Discussione:
Due settimane al cambio orario per i tordi
(troppo vecchio per rispondere)
Roberto Deboni DMIsr
2014-03-14 19:20:36 UTC
Permalink
Quest'anno, alle ore 02:00 del Sabato 29 Marzo 2014 dovete spostare in
avanti di un'ora gli orologi di casa vostra, sull'auto, sugli apparecchi
elettronici, sui programmatori, sulle sveglie, sullo smartphone e su
tutti quei oggetti diversi dal PC se il sistema operativo vi ha fregato.

Questa mattina, guardando fuori dalla finestra, alle ore 8:00 per me (ore
7:00 per voi) mi domandavo: ma come mai non possono anticipare il cambio
al 14 Marzo ? Le ragioni dei detrattori sono sostanzialmente inesistenti
ed in ogni caso riguardano una minima parte della popolazione (quanti si
alzano alle 05:30 ?).

In ogni caso, quest'anno l'esperienza di fare l'inverso di "mantenere
l'orario invernale, ovvero le lancette all'orario che avete oggi" ed
invece addottare permanentemente per tutto l'anno l'orario estivo (per
quale motivo gli italioti continuano a chiamarlo in modo mistificatorio
"ora legale" per me restera' un mistero: ma forse comincio a capirlo:
quel "legale" rimarca l'esperimento psicologico di massa: fatte qualcosa
perche' vi e' stato ordinato, anche contro ogni buonsenso).

Dunque, scrivevo che l'esperienza e' stato estremamente positiva.
Per cominciare non sono mai arrivato in ritardo, non ho mai mancato un
appuntamento, inconveniente che mi era successo quando ho provato
l'esperienza opposta: orario invernale permanente per tutto l'anno.
Un vantaggio secondario e forse non trascurabile, e' che il mantenere
l'orario estivo riduce al minimo il numero di mesi in cui vi trovate
sfalsati rispetto al "branco".

Il vantaggio piu' ovvio e' che non dovete pasticciare con i vostri
orologi. L'unico oggetto che vi fara' penare e' il vostro PC se avete
Windows: ma considerando che e' l'unica cosa che dovrete manipolare,
il vantaggio e' indiscusso.

Un vantaggio piu' impalbabile, che forse sfuggira' a chi fa come me,
e' che non subirete lo stressante passaggio, con l'ora di sonno in meno.

Semplicemente vi trovate improvvisamente che tutti tornano ad alzarsi
a quando voi vi siete manentuti per tutto l'anno. Al massimo avrete un
po' di rimpianto per quello ora in piu' al mattino, dedicato magari ad
un po' di cultura o di lettura rilassante, prima di andare al lavoro.
Ma certamente nulla di pericoloso per la salute.

Eh gia', perche' nel mondo anglosassone si scrive (ve lo risparmio, ma
basta cercare "daylight savings time deaths" e trovate 200'000 risultati)
di fare attenzione. Citero' solo una interessante osservazione che non e'
solo una questione di "mancanza di sonno" o meno, ma di:

"... it's that drivers and pedestrians have spent the previous months
getting used to the light conditions, and don’t immediately adjust
their behaviour to account for less light during morning rush hour."

Ovvero, si tratta che, seguendo le stagioni gradualmente, ci abituiamo
gradualmente al variare della luce ogni giorno. Se improvvisamente ci
troviamo nuovamente al buio, pare che sia necessario un riadattamento
che dura circa 3 giorni. Ed in quei giorni, a pagare lo scotto piu'
grave degli "impatti", sono i pedoni, che muoiono, letteralmente non
visti.

Ripensando al passato, a quanta irritazione infondevo nei miei scritti
per una stupida imposizione, mi viene da ridere. In realta' l'imposizione
e' piu' che altro "auto-imposta". Ci vuole poco per scrollarsela di dosso:
basta usare la propria testa, basta lasciare che il branco si suicidi
"metaforicamente", lasciando andare avanti. L'unico problema e' stato
capire quale era il modo "intelligente" per staccarsi dalla mandria.

Ed e' quella di precederla quando ... non c'e' pericolo, cosi' da vedere
meglio il terreno in cui ci si sta avventurando. Ma abbandonarla, quando
la rupe si avvicina, volgendo le spalle al suicidio di massa.
Roberto
2014-03-14 19:30:58 UTC
Permalink
"Roberto Deboni DMIsr" <***@analisienergie.it> ha scritto nel messaggio news:***@giganews.com...
Ma vai a cagare!
Roberto Deboni DMIsr
2014-03-14 19:33:12 UTC
Permalink
Post by Roberto
Ma vai a cagare!
Le porgo un ramoscello d'ulivo O:-)
Vale
2014-03-15 12:12:14 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Roberto
Ma vai a cagare!
Le porgo un ramoscello d'ulivo O:-)
Ma tornaci ancora!!
AleTV
2014-03-15 18:23:01 UTC
Permalink
Post by Vale
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Roberto
Ma vai a cagare!
Le porgo un ramoscello d'ulivo O:-)
Ma tornaci ancora!!
La famiglia di El_Ciula in trasferta!
Roberto Deboni DMIsr
2014-03-14 19:41:51 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Quest'anno, alle ore 02:00 del Sabato 29 Marzo 2014 dovete spostare in
avanti di un'ora gli orologi di casa vostra, sull'auto, sugli apparecchi
elettronici, sui programmatori, sulle sveglie, sullo smartphone e su
tutti quei oggetti diversi dal PC se il sistema operativo vi ha fregato.
Questa mattina, guardando fuori dalla finestra, alle ore 8:00 per me
(ore 7:00 per voi) mi domandavo: ma come mai non possono anticipare il
cambio al 14 Marzo ? Le ragioni dei detrattori sono sostanzialmente
inesistenti ed in ogni caso riguardano una minima parte della
popolazione (quanti si alzano alle 05:30 ?).
In realta' avevo aperto la discussione per informarvi che negli
Stati Uniti il cambio di orario e' gia' stata effettuato alle 02:00
di Sabato 8 Marzo. Il che mi fa sospettare che l'insistenza dei
commissari europei (che ripetero' all'infinito, sono una oligarchia
di stampo fascista) a non volere accorciare ulteriormente la durata
del periodo orario invernale non e' dovuta a qualche inventata tesi
di necessita' di sincronizzarsi con il resto del mondo (il mondo
"degli affari" ...). Infatti, dal 9 Marzo fino al 30 Marzo, per
ben 21 giorni le borse finanziarie USA saranno sfalsate di un'ora
rispetto alle borse finanziarie della EU.

Un altra menzogna fascista smascherata.
Sinuhe
2014-03-14 21:02:45 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Roberto Deboni DMIsr
Quest'anno, alle ore 02:00 del Sabato 29 Marzo 2014 dovete spostare in
avanti di un'ora gli orologi di casa vostra, sull'auto, sugli apparecchi
elettronici, sui programmatori, sulle sveglie, sullo smartphone e su
tutti quei oggetti diversi dal PC se il sistema operativo vi ha fregato.
Questa mattina, guardando fuori dalla finestra, alle ore 8:00 per me
(ore 7:00 per voi) mi domandavo: ma come mai non possono anticipare il
cambio al 14 Marzo ? Le ragioni dei detrattori sono sostanzialmente
inesistenti ed in ogni caso riguardano una minima parte della
popolazione (quanti si alzano alle 05:30 ?).
In realta' avevo aperto la discussione per informarvi che negli
Stati Uniti il cambio di orario e' gia' stata effettuato alle 02:00
di Sabato 8 Marzo. Il che mi fa sospettare che l'insistenza dei
commissari europei (che ripetero' all'infinito, sono una oligarchia
di stampo fascista) a non volere accorciare ulteriormente la durata
del periodo orario invernale non e' dovuta a qualche inventata tesi
di necessita' di sincronizzarsi con il resto del mondo (il mondo
"degli affari" ...). Infatti, dal 9 Marzo fino al 30 Marzo, per
ben 21 giorni le borse finanziarie USA saranno sfalsate di un'ora
rispetto alle borse finanziarie della EU.
Un altra menzogna fascista smascherata.
potrei avere qualche chiarimento?
Nel post precedente scrive:"L'unico oggetto che vi fara' penare e' il vostro
PC se avete Windows"
Perchè? E' due vite, non una sola, che Windows ha l'adeguamento automatico
all'ora legale. Mai toccato niente nè al cambio di inizio nè al cambio di
fine.

Poi "Infatti, dal 9 Marzo fino al 30 Marzo, per ben 21 giorni le borse
finanziarie USA saranno sfalsate di un'ora rispetto alle borse finanziarie
della EU"
Cosa vuol dire "sfalsate"? Se adesso sono le 21:50 in Italia, in certe zone
USA sono le 15:50 (ma anche le 12:50) con l'ora normale e le 16:50 (o 13:30)
se hanno messo ora legale. Quindi sono sempre sfalsate... in USA hanno la
borsa aperta di notte?
Da questa tabella degli orari di apertura delle borse mondiali non mi sembra
http://www.borsaitaliana.it/notizie/sotto-la-lente/borse-mondiali-148.htm
Roberto Deboni DMIsr
2014-03-14 22:37:09 UTC
Permalink
Lei quota da cani. Supponendo che lei non stia faccendo il petulante,
proviamo ad esemplificare come si fa.

"troncato tutta parte non rilevante alla questione/replica specifica posta"
Post by Sinuhe
potrei avere qualche chiarimento?
Nel post precedente
Ed allora perche' non cita la parte rilevante ?
Ho appena citato anche parti delle RFC 1855, ovvero delle "istruzioni
dell'uso". Se il problema e' la lingua inglese, chieda e traduco.

Rimedio io. Per cominciare lascio abbastanza per far capire che il
concetto era l'elenco dei vantaggi a non "obbedire":

...snip...
Post by Sinuhe
Post by Roberto Deboni DMIsr
Per cominciare non sono mai arrivato in ritardo, non ho mai mancato un
appuntamento, inconveniente che mi era successo quando ho provato
l'esperienza opposta: orario invernale permanente per tutto l'anno.
Un vantaggio secondario e forse non trascurabile, e' che il mantenere
l'orario estivo riduce al minimo il numero di mesi in cui vi trovate
sfalsati rispetto al "branco".
Quindi e' evidente che si sta riportando cosa avviene a chi NON cambia
il proprio orologio. Ed ora arriviamo a quota la parte specifica a cui
Post by Sinuhe
Post by Roberto Deboni DMIsr
Il vantaggio piu' ovvio e' che non dovete pasticciare con i vostri
orologi. L'unico oggetto che vi fara' penare e' il vostro PC se avete
Windows: ma considerando che e' l'unica cosa che dovrete manipolare,
il vantaggio e' indiscusso.
scrive:"L'unico oggetto che vi fara' penare e' il
vostro PC se avete Windows"
Perchè? E' due vite, non una sola, che Windows ha l'adeguamento
automatico all'ora legale. Mai toccato niente nè al cambio di inizio nè
al cambio di fine.
Quindi, il problema e' evidentemente quello di IMPEDIRE che Windows
effettui proprio il cambio automatico dell'ora legale.
Forse ho dimenticato di aggiungere "un poco" davanti a penare, altrimenti
qualcuno potrebbe pensare che si tratta di una tregenda greca (cosa che
se fosse, avrebbe il risultato di vanificare tutti i vantaggi citati).

Vede, come quotando correttamente, diventa tutto piu' semplice ?
Niente equivoci, niente litigi.
Post by Sinuhe
Poi "Infatti, dal 9 Marzo fino al 30 Marzo, per ben 21 giorni le borse
finanziarie USA saranno sfalsate di un'ora rispetto alle borse
finanziarie della EU"
Cosa vuol dire "sfalsate"? Se adesso sono le 21:50 in Italia, in certe
zone USA sono le 15:50 (ma anche le 12:50) con l'ora normale e le 16:50
(o 13:30) se hanno messo ora legale. Quindi sono sempre sfalsate... in
USA hanno la borsa aperta di notte?
Da questa tabella degli orari di apertura delle borse mondiali non mi sembra
http://www.borsaitaliana.it/notizie/sotto-la-lente/borse-mondiali-148.htm
Non lo deve chiedere a me, ma a chi ho sostenuto che l'Italia non potrebbe
MAI fare di testa propria perche' la sua borsa non potrebbe operare con
le altre.

In ogni caso, non capisco cosa intenda con:

"in certe zone USA sono le 15:50 (ma anche le 12:50) con l'ora normale e
le 16:50 (o 13:30)"

se poi mi riporta che negli Stati Uniti esiste un solo orario borsistico:

Stati Uniti, New York dalle 09,30 (15,30 ora italiana)
alle 16,00 (22,00 ora italiana)

Forse si e' confuso sulla faccenda dei fusi orari e degli orologi
finanziari ?
Roberto Deboni DMIsr
2014-03-14 22:49:55 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Lei quota da cani. Supponendo che lei non stia faccendo il petulante,
proviamo ad esemplificare come si fa.
"troncato tutta parte non rilevante alla questione/replica specifica posta"
Post by Sinuhe
potrei avere qualche chiarimento?
Nel post precedente
Ed allora perche' non cita la parte rilevante ? Ho appena citato anche
parti delle RFC 1855, ovvero delle "istruzioni dell'uso". Se il problema
e' la lingua inglese, chieda e traduco.
Rimedio io. Per cominciare lascio abbastanza per far capire che il
...snip...
Post by Sinuhe
Post by Roberto Deboni DMIsr
Per cominciare non sono mai arrivato in ritardo, non ho mai mancato un
appuntamento, inconveniente che mi era successo quando ho provato
l'esperienza opposta: orario invernale permanente per tutto l'anno. Un
vantaggio secondario e forse non trascurabile, e' che il mantenere
l'orario estivo riduce al minimo il numero di mesi in cui vi trovate
sfalsati rispetto al "branco".
Quindi e' evidente che si sta riportando cosa avviene a chi NON cambia
il proprio orologio. Ed ora arriviamo a quota la parte specifica a cui
Post by Sinuhe
Post by Roberto Deboni DMIsr
Il vantaggio piu' ovvio e' che non dovete pasticciare con i vostri
orologi. L'unico oggetto che vi fara' penare e' il vostro PC se avete
Windows: ma considerando che e' l'unica cosa che dovrete manipolare,
il vantaggio e' indiscusso.
scrive:"L'unico oggetto che vi fara' penare e' il vostro PC se avete
Windows"
Perchè? E' due vite, non una sola, che Windows ha l'adeguamento
automatico all'ora legale. Mai toccato niente nè al cambio di inizio nè
al cambio di fine.
Quindi, il problema e' evidentemente quello di IMPEDIRE che Windows
effettui proprio il cambio automatico dell'ora legale. Forse ho
dimenticato di aggiungere "un poco" davanti a penare, altrimenti
qualcuno potrebbe pensare che si tratta di una tregenda greca (cosa che
se fosse, avrebbe il risultato di vanificare tutti i vantaggi citati).
Vede, come quotando correttamente, diventa tutto piu' semplice ? Niente
equivoci, niente litigi.
Tra l'altro nel sito proposto nel messaggio che probabilmente non aveva
ancora letto:

http://latitude.blogs.nytimes.com/2012/10/01/will-russia-restore-daylight-saving-time/?_php=true&_type=blogs&_r=0

... leggiamo la scusa che non si potrebbe rinunciare al bicambio,
perche':

"Apple’s operating systems, for one, never recognized Russia’s new time."

Non avevo menzionato proprio perche' e' un sistema operativo minoritario
e quindi non potrebbe essere rilevante (a parte il fatto che in ogni caso
sarebbe una questione privatistica).

In ogni caso legga, cosa i russi farebbero per "non penare con il
sistema operativo":

"To reflect Medvedev time, Muscovites had to set their smartphones to
Baku or Yerevan time zones — a politically uncomfortable gesture for
some."

Che e' in sostanza cio' che si fa:

- si disattiva il cambio
- si imposta Greenwich-2 (altrimenti in mancanza del cambio si e'
permanentemente un ora indietro: e' quello che mi ha fregato il primo
anno, ho seguito la logica di Windows)

Nota: perche' non impostare l'orologio un ora avanti e basta? Provato,
ma ci sono cosi' tante relazioni nell'usare internet con l'orario che
alla fine e' piu' semplice fare credere al PC di essere in un luogo con
l'orologio un'ora avanti.

Per quanto riguarda Apple e smartphone, non ho idea.
Sinuhe
2014-03-14 23:45:02 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Lei quota da cani. Supponendo che lei non stia faccendo il petulante,
proviamo ad esemplificare come si fa.
"troncato tutta parte non rilevante alla questione/replica specifica posta"
Post by Sinuhe
potrei avere qualche chiarimento?
Nel post precedente
Ed allora perche' non cita la parte rilevante ?
Ho appena citato anche parti delle RFC 1855, ovvero delle "istruzioni
dell'uso". Se il problema e' la lingua inglese, chieda e traduco.
Rimedio io. Per cominciare lascio abbastanza per far capire che il
...snip...
Post by Sinuhe
Post by Roberto Deboni DMIsr
Per cominciare non sono mai arrivato in ritardo, non ho mai mancato un
appuntamento, inconveniente che mi era successo quando ho provato
l'esperienza opposta: orario invernale permanente per tutto l'anno.
Un vantaggio secondario e forse non trascurabile, e' che il mantenere
l'orario estivo riduce al minimo il numero di mesi in cui vi trovate
sfalsati rispetto al "branco".
Quindi e' evidente che si sta riportando cosa avviene a chi NON cambia
il proprio orologio. Ed ora arriviamo a quota la parte specifica a cui
Post by Sinuhe
Post by Roberto Deboni DMIsr
Il vantaggio piu' ovvio e' che non dovete pasticciare con i vostri
orologi. L'unico oggetto che vi fara' penare e' il vostro PC se avete
Windows: ma considerando che e' l'unica cosa che dovrete manipolare,
il vantaggio e' indiscusso.
scrive:"L'unico oggetto che vi fara' penare e' il
vostro PC se avete Windows"
Perchè? E' due vite, non una sola, che Windows ha l'adeguamento
automatico all'ora legale. Mai toccato niente nè al cambio di inizio nè
al cambio di fine.
Quindi, il problema e' evidentemente quello di IMPEDIRE che Windows
effettui proprio il cambio automatico dell'ora legale.
Forse ho dimenticato di aggiungere "un poco" davanti a penare, altrimenti
qualcuno potrebbe pensare che si tratta di una tregenda greca (cosa che
se fosse, avrebbe il risultato di vanificare tutti i vantaggi citati).
Vede, come quotando correttamente, diventa tutto piu' semplice ?
Niente equivoci, niente litigi.
Post by Sinuhe
Poi "Infatti, dal 9 Marzo fino al 30 Marzo, per ben 21 giorni le borse
finanziarie USA saranno sfalsate di un'ora rispetto alle borse
finanziarie della EU"
Cosa vuol dire "sfalsate"? Se adesso sono le 21:50 in Italia, in certe
zone USA sono le 15:50 (ma anche le 12:50) con l'ora normale e le 16:50
(o 13:30) se hanno messo ora legale. Quindi sono sempre sfalsate... in
USA hanno la borsa aperta di notte?
Da questa tabella degli orari di apertura delle borse mondiali non mi sembra
http://www.borsaitaliana.it/notizie/sotto-la-lente/borse-mondiali-148.htm
Non lo deve chiedere a me, ma a chi ho sostenuto che l'Italia non potrebbe
MAI fare di testa propria perche' la sua borsa non potrebbe operare con
le altre.
"in certe zone USA sono le 15:50 (ma anche le 12:50) con l'ora normale e
le 16:50 (o 13:30)"
Stati Uniti, New York dalle 09,30 (15,30 ora italiana)
alle 16,00 (22,00 ora italiana)
Forse si e' confuso sulla faccenda dei fusi orari e degli orologi
finanziari ?
Ho deciso che non taglio niente dei suoi scritti; se taglio dice che che ho
eliminato le parti salienti, oppure che le ho manipolato a mio comodo come
faccio di solito, ecc ecc.
Se non riesce a ricordare cosa ha scritto cerchi di essere meno prolisso e
soprattutto a ricordarsi di cosa ha scritto, d'altronde se si vuole
difendere un suo pensiero o opinione bisogna almeno ricordarsi la posizione
che si ha preso senza bisogno che gli venga suggerita.
Ora io le ho fatto 2 domande, e lei si è sentito in obbligo di rispondere
anche a domande che non ho fatto e per giunta con due post diversi per
spiegare cose di cui non me ne frega una beneamata minchia.

Punto primo: penare per impedire l'aggiornamento dell'ora? Ma che windows
ha? Intanto mi sfugge perchè deve impedire l'aggiornamento, ma faccia ciò
che vuole, se sono le 17 non vedo vantaggi ad avere l'orologio che declama
le 16.
Se fa un doppio clic sull'orario del suo pc e toglie la spunta da "passa
automaticamente all'ora legale" avrà un pc che non cambierà più orario
finchè non lo decide lei. E' così stressante?
Alla seconda parte stavolta mi diverto io: tipico comportamento da AI non
riuscire ad associare il fuso orario ad una zona perchè mancano le
coordinate geolocalizzatrici e non capire che essendoci in USA diversi fusi
orari l'orario coast to coast cambia, da cui gli esempi con orario sull'una
o sull'altra costa.
All'ultima sua domanda rispondo che non ha evidentemente guardato il link
che ho inserito in cui sono CHIARAMENTE indicati gli orari di apertura delle
borse mondiali in orario locale e italiano.
Tokio apre alle 2 di notte ora italiana e chiude alle 8 ora italiana. Stati
Uniti, New York dalle 09,30 (15,30 ora italiana) alle 16,00 (22,00 ora
italiana) Considerando che invece Milano apre alle 9,30 e chiude alle 17:30
me lo direbbe dove starebbe sto problema di sfasamento quando nel caso di NY
sono aperte per due ore in contemporanea e nel caso di Tokio addirittura
mai??
Roberto Deboni DMIsr
2014-03-14 21:26:23 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Quest'anno, alle ore 02:00 del Sabato 29 Marzo 2014 dovete spostare in
avanti di un'ora gli orologi di casa vostra, sull'auto, sugli
apparecchi elettronici, sui programmatori, sulle sveglie, sullo
smartphone e su tutti quei oggetti diversi dal PC se il sistema
operativo vi ha fregato.
Questa mattina, guardando fuori dalla finestra, alle ore 8:00 per me
(ore 7:00 per voi) mi domandavo: ma come mai non possono anticipare il
cambio al 14 Marzo ? Le ragioni dei detrattori sono sostanzialmente
inesistenti ed in ogni caso riguardano una minima parte della
popolazione (quanti si alzano alle 05:30 ?).
In realta' avevo aperto la discussione per informarvi che negli Stati
Uniti il cambio di orario e' gia' stata effettuato alle 02:00 di Sabato
8 Marzo. Il che mi fa sospettare che l'insistenza dei commissari europei
(che ripetero' all'infinito, sono una oligarchia di stampo fascista) a
non volere accorciare ulteriormente la durata del periodo orario
invernale non e' dovuta a qualche inventata tesi di necessita' di
sincronizzarsi con il resto del mondo (il mondo "degli affari" ...).
Infatti, dal 9 Marzo fino al 30 Marzo, per ben 21 giorni le borse
finanziarie USA saranno sfalsate di un'ora rispetto alle borse
finanziarie della EU.
Un altra menzogna fascista smascherata.
A proposito, visto che parliamo di altre potenze:

Russia ha abolito tutto nel 2011 (un commento):

http://latitude.blogs.nytimes.com/2012/10/01/will-russia-restore-daylight-saving-time/?_php=true&_type=blogs&_r=0

"... president Dmitri Medvedev finally took decisive action: He abolished
two of Russia’s 11 time zones and canceled the biennial change from
winter time to summer time and back."

Ed il sig.Medvedev ha fatto la cosa piu' logica (anche se giornalista non
pare gradire):

"... Medvedev stopped the clock in early autumn, while the country was
still on summer time, or daylight saving time."

Ovvero e' anche l'argomento dei bicambisti che tenere l'ora avanti
ha parecchi vantaggi.

Il giornalista pare lamentarsi della "mattinite" al buio:

"So last winter the sun began rising after 9 a.m.; adults were already at
work and children at school by the time daylight established itself."

Dimenticando che il secondo argomento:

"And it was dark when they left their respective buildings, not
having seen the light all day."

vale solo per un mese all'anno e semmai spingerebbe ad avanzare di un
altra ora l'orologio.

Il giornalista poi si copre di ridicolo, quando argomenta:

"Apple’s operating systems, for one, never recognized Russia’s new time."

E' pazzesco considerare le deviazioni di un cliente di Apple (vogliamo
scommettere che il giornalista e' un fedelissimo di Apple ?), che oltre
essendo solo un sistema operativo, e' pure minoritario, come argomento
rilevante nella decisione se variare o meno l'orario. In quanto ai
problemi "politici", era risolvibili con un capace programmatore
(che certamente esistono in Russia).

Interessante spaccato delle idiozie lette anche su Usenet.

Poi c'e' Cina: niente bicambio orario.

Poi abbiamo India: niente bicambio orario.

Infine, l'ultimo paese BRIC, Brasile: un pasticcio. Una volta un fedele
sostenitore del bicambio orario, ma ora solo usato nelle regioni
meridionali.

Infine abbiamo Giappone: niente bicambio orario.

In ogni caso, fatte vobis, pecore.
Napo
2014-03-15 08:29:37 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Un altra menzogna fascista smascherata.
La vera menzogna è che risparmiamo tanti soldi con sta cavolata!!!
Quarant'anni fa poteva avere una logica: il consumo maggiore di
elettricità era dato dall'illuminazione casalinga, lo spostamento
dell'ora voleva dire accendere più tardi lampade che avevano un consumo
di diverse decine di watt.
In una società dove i lavori erano spesso basati sul sorgere e
tramontare del sole.
Mi spiega oggi che senso ha ?
Le luci in casa sono ormai tutte a basso consumo e quindi il risparmio è
irrisorio, tutto il resto o è sempre acceso o rimane acceso per lo
stesso tempo nelle 24 ore.
Poniamo l'illuminazione pubblica, si accende automaticamente
all'imbrunire che siano le 19 o le 20 e rimane accesa per lo stesso
numero di ore, si accenderà per meno ore solo per la naturale minor
durata della notte.
In ogni caso quel poco che risparmiamo alla sera in aprile se ne va al
mattino.
Molta gente per andare al lavoro si sveglia molto presto anche prima
delle sei, attualmente alle 6 comincia ad albeggiare e alle 6,30 è
giorno, quando si sposterà l'ora in avanti ci ritroveremo alle 6,30 il buio.
Quindi un'ora di consumi in più al mattino e nessun risparmio alla sera,
il sole tramonta e fa relativamente buio con l'ora estiva alle 19,30
orario in cui più o meno la gente torna a casa e accende le luci di casa
esattamente come con l'ora invernale.
Claiudio
2014-03-14 23:37:37 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
al 14 Marzo ? Le ragioni dei detrattori sono sostanzialmente inesistenti
ed in ogni caso riguardano una minima parte della popolazione (quanti si
alzano alle 05:30 ?).
Da qui fino a luglio, 3 volte a settimana, alle 5:40.
Per fortuna non influisce sul mio carattere. Anche perché il mio umore è
sempre sul nero andante.

Altri?
Roberto Deboni DMIsr
2014-03-15 01:04:19 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
al 14 Marzo ? Le ragioni dei detrattori sono sostanzialmente
inesistenti ed in ogni caso riguardano una minima parte della
popolazione (quanti si alzano alle 05:30 ?).
Da qui fino a luglio, 3 volte a settimana, alle 5:40. Per fortuna non
influisce sul mio carattere. Anche perché il mio umore è sempre sul nero
andante.
Altri?
Non chiedo il numero, ma in percentuale.
Il 5% ?
Il 10% ?
La meta' ?
Claiudio
2014-03-15 08:52:58 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Roberto Deboni DMIsr
al 14 Marzo ? Le ragioni dei detrattori sono sostanzialmente
inesistenti ed in ogni caso riguardano una minima parte della
popolazione (quanti si alzano alle 05:30 ?).
Da qui fino a luglio, 3 volte a settimana, alle 5:40. Per fortuna non
influisce sul mio carattere. Anche perché il mio umore è sempre sul nero
andante.
Altri?
Non chiedo il numero, ma in percentuale.
Il 5% ?
Il 10% ?
La meta' ?
Il 10 % è tanto o poco?
Tra l'altro, in questo 10 % ci sono quelli che sono i primi ad attivare
i servizi: penso ai macchinisti dei treni, agli autisti di autobus e ai
fornai.
Ci sono pure i muratori che fanno lavori in province diverse (ditta di
belluno che ha l'appalto per dei lavori a padova).

Posso anche sbagliarmi, ma il 10 % è anche sottostimato.
_Q
2014-03-15 08:58:35 UTC
Permalink
Post by Claiudio
Posso anche sbagliarmi, ma il 10 % è anche sottostimato.
ovvio che è sottostimato, si tratta di una percentuale uscita dalle dita
di de boni (senza offesa eh)
Roberto Deboni DMIsr
2014-03-16 01:43:33 UTC
Permalink
Post by Claiudio
Post by Roberto Deboni DMIsr
al 14 Marzo ? Le ragioni dei detrattori sono sostanzialmente
inesistenti ed in ogni caso riguardano una minima parte della
popolazione (quanti si alzano alle 05:30 ?).
Da qui fino a luglio, 3 volte a settimana, alle 5:40. Per fortuna non
influisce sul mio carattere. Anche perché il mio umore è sempre sul
nero andante.
Altri?
Non chiedo il numero, ma in percentuale. Il 5% ?
Il 10% ?
La meta' ?
Il 10 % è tanto o poco?
Tra l'altro, in questo 10 % ci sono quelli che sono i primi ad attivare
i servizi: penso ai macchinisti dei treni, agli autisti di autobus e ai
fornai.
Ci sono pure i muratori che fanno lavori in province diverse (ditta di
belluno che ha l'appalto per dei lavori a padova).
Posso anche sbagliarmi, ma il 10 % è anche sottostimato.
L'argomento: "minima parte" e' quello usato per scaricare gli allevatori
(le mucche se non vengono munte all'ora a cui sono abituate, fanno un
gran baccano e gli allevatori sono costretti a spostare gli orari)
oltre ad altre categorie che subiscono svantaggi.

Pare insomma la solita logica della maggioranza che vuole prevaricare anche
su cose che dovrebbe riguardare le scelte individuali: insomma, la solita
questione della cultura fascista, non tollerano chi e' diverso, chi vota
contro: come se fosse una lesa maesta verso la maggioranza. Fa veramente
paura come siano convinti che l'unanimita' sia una cosa positiva anche
quando imposta con la pressione sociale (e non per libera scelta autonoma).
E per "pressione sociale" non intendo "minacce" o altro, perche' ovviamente
in talcaso si ricade su altro, ovvero sul penale. Ma intendo il fatto che
chi volesse votare contro sa che sarebbe emarginato, che subirebbe
scortesie (ma non dispetti, perche' altrimenti nuovamente si finisce sul
penale) che sarebbe guardato storto, insomma oggetto di "disapprovazione".
Chissa se tutti tra coloro che mi leggono capiscono la differenza tra
"disapprovare" o "disapprovazione".

E su questa logica si gioca questa imposizione di cambiare ogni anno, due
volte, l'orario.
Napo
2014-03-16 09:58:11 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Pare insomma la solita logica della maggioranza che vuole prevaricare anche
su cose che dovrebbe riguardare le scelte individuali: insomma, la solita
questione della cultura fascista, non tollerano chi e' diverso, chi vota
contro: come se fosse una lesa maesta verso la maggioranza. Fa veramente
paura come siano convinti che l'unanimita' sia una cosa positiva anche
quando imposta con la pressione sociale (e non per libera scelta autonoma).
E per "pressione sociale" non intendo "minacce" o altro, perche' ovviamente
in talcaso si ricade su altro, ovvero sul penale. Ma intendo il fatto che
chi volesse votare contro sa che sarebbe emarginato, che subirebbe
scortesie (ma non dispetti, perche' altrimenti nuovamente si finisce sul
penale) che sarebbe guardato storto, insomma oggetto di "disapprovazione".
Chissa se tutti tra coloro che mi leggono capiscono la differenza tra
"disapprovare" o "disapprovazione".
E su questa logica si gioca questa imposizione di cambiare ogni anno, due
volte, l'orario.
Secondo lei il bene di uno vale più di quello di tanti ?
Roberto Deboni DMIsr
2014-03-17 16:36:31 UTC
Permalink
Post by Napo
Post by Roberto Deboni DMIsr
Pare insomma la solita logica della maggioranza che vuole prevaricare
anche su cose che dovrebbe riguardare le scelte individuali: insomma,
la solita questione della cultura fascista, non tollerano chi e'
diverso, chi vota contro: come se fosse una lesa maesta verso la
maggioranza. Fa veramente paura come siano convinti che l'unanimita'
sia una cosa positiva anche quando imposta con la pressione sociale (e
non per libera scelta autonoma). E per "pressione sociale" non intendo
"minacce" o altro, perche' ovviamente in talcaso si ricade su altro,
ovvero sul penale. Ma intendo il fatto che chi volesse votare contro sa
che sarebbe emarginato, che subirebbe scortesie (ma non dispetti,
perche' altrimenti nuovamente si finisce sul penale) che sarebbe
guardato storto, insomma oggetto di "disapprovazione". Chissa se tutti
tra coloro che mi leggono capiscono la differenza tra "disapprovare" o
"disapprovazione".
E su questa logica si gioca questa imposizione di cambiare ogni anno,
due volte, l'orario.
Secondo lei il bene di uno vale più di quello di tanti ?
E' un problema filosofico non ancora risolto (se mai lo sara').
La logica del bene dei piu' valga di piu' di quella del singolo e'
"quantitativa" ed alla fin fine a suo favore ha solo un parametro:
la forza del numero (i "tanti" sono piu' "forti" del "singolo").

Ma mi fermi qui (siamo OT), per tornare all'oggetto: prima di mettere in
gioco una questione talmente drammatica, mi deve dimostrare che sia in
gioco:

a) il bene dei TANTI verso un solo o pochi individui
b) che l'unica soluzione per "salvare" questo "bene" dei tanti sia quello
di spianare con un rullo compressore anche i "diritti" di un solo
individuo su 60 milioni (o 500 milioni se vuole considerare l'UE)

Ha notato quanto la logica de' "il bene dei singoli deve soccombere
a beneficio dei tanti" assomiglia molto alla logica del linciaggio ?
AleTV
2014-03-17 17:48:12 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
E' un problema filosofico non ancora risolto (se mai lo sara').
La logica del bene dei piu' valga di piu' di quella del singolo e'
la forza del numero (i "tanti" sono piu' "forti" del "singolo").
Filosofica mica tanto visto che regola la vita a questo mondo.
In fin dei conti la politica è la massima "arte" di esercizio di quel
pattern: delineare e quindi imporre direzioni di gestione delle risorse per
decidere di volta in volta chi deve prenderlo in quel posto per accontentare
altri.
Roberto Deboni DMIsr
2014-03-17 19:31:19 UTC
Permalink
E' un problema filosofico non ancora risolto (se mai lo sara'). La
logica del bene dei piu' valga di piu' di quella del singolo e'
"quantitativa" ed alla fin fine a suo favore ha solo un parametro: la
forza del numero (i "tanti" sono piu' "forti" del "singolo").
Filosofica mica tanto visto che regola la vita a questo mondo. In fin
delineare e quindi imporre direzioni di gestione delle risorse per
decidere di volta in volta chi deve prenderlo in quel posto per
accontentare altri.
Forse non le e' chiaro che mi riferivo al dilemma del schiacciare quel
bottone per uccidere una persona (sopprimere una vita) se in cambio
si salvano innumerevoli persone.
Perche' "uccidere" ? Perche' il cambio della convenzione due volte
all'anno, causa provatamente la morte di svariate persone.

Non mi riferivo invece ad un altro caso, tipo gli espropri forzati per
bene collettivo (necessari per costruire vie di comunicazione), perche'
in questo caso ci sono tanti modi per "compensare" l'espropriato.

Ahaaa ... questo mi porta ad osservare anche un altra violazione del
diritto del sistema attuale. Se fosse vero che si tratta di un beneficio
per i tanti, perche' non e' previsto alcun indennizzo per i pochi che
subiscono danni ? Almeno in tutti gli altri casi in cui in una democrazia
il bene del singolo deve fare un passo indietro per il benessere
collettivo, sono previsti adeguati compensi ed indennizzi (trattandosi
di rispetto del diritto, se ti tolgo qualcosa, ti devo dare qualcosa
altro).

Insomma, abbiamo pure provato l'origine fascista della cultura del
cambio forzoso dell'orario: non e' previsto alcun rimedio per chi e'
danneggiato dall'esproprio della convenzione fissa.
_Q
2014-03-15 08:34:20 UTC
Permalink
Post by Claiudio
Altri?
mi aggiungo, cinque volte a settimana fino a non so quando, sicuramente
dopo il 3 luglio
Napo
2014-03-15 09:27:26 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Questa mattina, guardando fuori dalla finestra, alle ore 8:00 per me (ore
7:00 per voi) mi domandavo: ma come mai non possono anticipare il cambio
al 14 Marzo ? Le ragioni dei detrattori sono sostanzialmente inesistenti
ed in ogni caso riguardano una minima parte della popolazione (quanti si
alzano alle 05:30 ?).
Lei pensi solo ai ragazzi che devono andare a scuola e non sono vicini.
Pensi i miei figli per andare a scuola che dista 9 Km per prendere
l'unico mezzo pubblico alle 7 devono svegliarsi alle 6,15 ed è un caso
fortunato.
Forse non sa che le scuole nei piccoli centri vengono chiuse e spostate
nelle città capoluogo, i trasporti sono sempre più ridotti costringendo
tutti coloro che le frequentano a levatacce anche ben prima delle 5,30.
Pensi che alle scuole superiori, almeno da noi, si entra alle 7,50 con
inizio lezioni alle 8,00. Ecco immagini un 10 dicembre con l'ora
estiva/legale: ragazzi che devono farsi il percorso casa-scuola
completamente di notte, entrare in classe di notte, tenere accese le
luci almeno fino alle 9,30 se non di più.
Questo nelle scuole, è negli uffici ? Mia moglie inizia a lavorare alle
7,30.
Lei ha una minima idea di che cosa vorrebbe dire in consumo energetico
tenere avanti un'ora per sempre ?
Roberto Deboni DMIsr
2014-03-17 18:13:28 UTC
Permalink
Post by Napo
Post by Roberto Deboni DMIsr
Questa mattina, guardando fuori dalla finestra, alle ore 8:00 per me
(ore 7:00 per voi) mi domandavo: ma come mai non possono anticipare il
cambio al 14 Marzo ? Le ragioni dei detrattori sono sostanzialmente
inesistenti ed in ogni caso riguardano una minima parte della
popolazione (quanti si alzano alle 05:30 ?).
Lei pensi solo ai ragazzi che devono andare a scuola e non sono vicini.
Pensi i miei figli per andare a scuola che dista 9 Km per prendere
l'unico mezzo pubblico alle 7 devono svegliarsi alle 6,15 ed è un caso
fortunato.
Ma ci fa o ci e' ? Le ore 06:15 sono bene 45 minuti dopo le 05:30.
Ovvero la massa delle persone si alza DOPO le 05:30.
Ed in ogni caso, l'argomento di cosa fa la massa delle persone non e'
dirimente sulla opportunita' o meno di forzare due volte all'anno il
cambio dell'ora, ma solo una esemplificazione di quanto e' falsificante
una delle tesi a favore della imposizione (che in sostanza OGGI, stante
che la maggiore parte dei mesi e' "un'ora" avanti, e' quella di:
"Ha senso retrocedere di un'ora l'orologio per i soli 4 mesi invernali ?")
Post by Napo
Forse non sa che le scuole nei piccoli centri vengono chiuse e spostate
nelle città capoluogo, i trasporti sono sempre più ridotti costringendo
tutti coloro che le frequentano a levatacce anche ben prima delle 5,30.
L'argomento dei sostenitori e' che sarebbero milioni.
Ma attenzione: lei si riferisce al problema dei scolari (e loro genitori)
o quello degli insegnanti ?
Post by Napo
Pensi che alle scuole superiori, almeno da noi, si entra alle 7,50 con
inizio lezioni alle 8,00. Ecco immagini un 10 dicembre con l'ora
estiva/legale: ragazzi che devono farsi il percorso casa-scuola
completamente di notte, entrare in classe di notte,
Lei pare non ricordarsi di quando era bambino: cosa le mancava di
piu' d'inverno ? Meglio insomma non tirare in ballo i bambini, perche'
non e' affatto vero che preferiscono: (se posti di fronte alla scelta
di UNA sola opzione: luce al mattino o luce nel doposcuola) la luce
al mattino. Salvo casi particolari (siamo diversi, o no ?) la maggior
parte dei bambini gradisce la possibilita' di giocare alla luce diurna.
Post by Napo
tenere accese le
luci almeno fino alle 9,30 se non di più.
Tranne rari fortunati (magari lei era nelle classi "A" di ogni corso ?),
in molte scuole le luci sono accese d'inverno tutto il giorno.
Perche' con il tempo bigio, l'edificio in citta' e l'ombra degli
altri edifici, finestre a nord o su un cortile chiuso. Insomma, i miei
ricordi di scuola sono stati speso di aule invernali con luce artificiale
tutto il giorno. Ma, attenzione, questa e' l'esperienza di localita' del
nord ed in citta'. La sua potrebbe essere totalmente diversa, il che pone
nuovamente la questione: ma qualcuno ha "misurato" quanti trovano
vantaggio e quanti no ? Per esempio contando le "teste" con un referendum ?

Vede la questione del "bene superiore del numero" ha una risposta
moralmente valida (ma non per fanatici e sterminatori) in un solo caso:
non agire, se agendo si dovresse uccidere. Ora, una vittoria che
fissasse una volta per tutte la convenzione, invece di cambiarla
due volte all'anno, non sarebbe una prevaricazione, bensi' la fine di
una prevaricazione. Se per ipotesi si tenesse un referendum ...
Post by Napo
Questo nelle scuole, è negli
uffici ? Mia moglie inizia a lavorare alle 7,30.
Quali uffici aprono alle 07:30 ?
Guardi che per "uffici" si intende l'attivita' terziaria.
Non gli uffici dell'industria o commercio all'ingrosso insomma di
attivita' produttive.

Ma nuovamente, lei ha problemi con i numeri, supposto che siano
milioni coloro che entrano in ufficio alle 07.30, quanti milioni
hanno bisogno di alzarsi due ore prima per essere in ufficio alle 07:30 ?
Post by Napo
Lei ha una minima idea di che cosa vorrebbe dire in consumo energetico
tenere avanti un'ora per sempre ?
Ho una idea perfettamente chiara.
Dai numeri di Terna e un minimo (ma proprio "minimo") di logica.
E lei ?
Napo
2014-03-18 09:33:45 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Napo
Post by Roberto Deboni DMIsr
Questa mattina, guardando fuori dalla finestra, alle ore 8:00 per me
(ore 7:00 per voi) mi domandavo: ma come mai non possono anticipare il
cambio al 14 Marzo ? Le ragioni dei detrattori sono sostanzialmente
inesistenti ed in ogni caso riguardano una minima parte della
popolazione (quanti si alzano alle 05:30 ?).
Lei pensi solo ai ragazzi che devono andare a scuola e non sono vicini.
Pensi i miei figli per andare a scuola che dista 9 Km per prendere
l'unico mezzo pubblico alle 7 devono svegliarsi alle 6,15 ed è un caso
fortunato.
Ma ci fa o ci e' ? Le ore 06:15 sono bene 45 minuti dopo le 05:30.
Ovvero la massa delle persone si alza DOPO le 05:30.
Ed in ogni caso, l'argomento di cosa fa la massa delle persone non e'
dirimente sulla opportunita' o meno di forzare due volte all'anno il
cambio dell'ora, ma solo una esemplificazione di quanto e' falsificante
una delle tesi a favore della imposizione (che in sostanza OGGI, stante
"Ha senso retrocedere di un'ora l'orologio per i soli 4 mesi invernali ?")
Infatti si toglie l'ora estiva che non ha nessun senso, ne economico, ne
psicologico.
Economico come giù spiegato non è rilevante. Come fanno a calcolare il
risparmio con l'ora estiva ? D'estate si dovrebbe consumare meno, ma
quel meno non può esserci perché viene abbondantemente annullato dai
condizionatori che consumano non poco e sono diventati quasi di uso comune.
Rimane un fatto puramente psicologico.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Napo
Forse non sa che le scuole nei piccoli centri vengono chiuse e spostate
nelle città capoluogo, i trasporti sono sempre più ridotti costringendo
tutti coloro che le frequentano a levatacce anche ben prima delle 5,30.
L'argomento dei sostenitori e' che sarebbero milioni.
Ma attenzione: lei si riferisce al problema dei scolari (e loro genitori)
o quello degli insegnanti ?
Anche!!!
Ovviamente di tutti quelli che per qualsiasi attività hanno bisogno di
essere sul posto di lavoro presto. Guardi che in maggioranza l'orario di
lavoro inizia alle 8,00.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Napo
Pensi che alle scuole superiori, almeno da noi, si entra alle 7,50 con
inizio lezioni alle 8,00. Ecco immagini un 10 dicembre con l'ora
estiva/legale: ragazzi che devono farsi il percorso casa-scuola
completamente di notte, entrare in classe di notte,
Lei pare non ricordarsi di quando era bambino: cosa le mancava di
piu' d'inverno ? Meglio insomma non tirare in ballo i bambini, perche'
non e' affatto vero che preferiscono: (se posti di fronte alla scelta
di UNA sola opzione: luce al mattino o luce nel doposcuola) la luce
al mattino. Salvo casi particolari (siamo diversi, o no ?) la maggior
parte dei bambini gradisce la possibilita' di giocare alla luce diurna.
Quando ero piccolo io le posso anche dare ragione, ma oggi i bambini non
giocano all'aria aperta o per lo meno non hanno attività dove occorra la
luce solare.
Fino a giugno c'è la scuola che per la maggioranza finisce alle 16,30,
poi ci sono varie attività extrascolastiche che sia o meno luce solare
poco importa. Tornano alle 19,30 dove li aspetta il bagno, la cena e lo
studio.
D'estate è troppo caldo stare fuori fin tanto che non tramonta il sole
ed escono di sera quando è buio, li ho soprannominati vampiri.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Napo
tenere accese le
luci almeno fino alle 9,30 se non di più.
Tranne rari fortunati (magari lei era nelle classi "A" di ogni corso ?),
in molte scuole le luci sono accese d'inverno tutto il giorno.
Perche' con il tempo bigio, l'edificio in citta' e l'ombra degli
altri edifici, finestre a nord o su un cortile chiuso. Insomma, i miei
ricordi di scuola sono stati speso di aule invernali con luce artificiale
tutto il giorno. Ma, attenzione, questa e' l'esperienza di localita' del
nord ed in citta'. La sua potrebbe essere totalmente diversa, il che pone
nuovamente la questione: ma qualcuno ha "misurato" quanti trovano
vantaggio e quanti no ? Per esempio contando le "teste" con un referendum ?
Ultimamente con le risorse al minimo le assicuro che quando possono la
spengono la luce.
Pensi che spengono i riscaldamenti il sabato pomeriggio per riaccenderli
il lunedì mattina, a mio parere produce maggior consumo, al massimo si
abbassano ma non spenti completamente.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Vede la questione del "bene superiore del numero" ha una risposta
non agire, se agendo si dovresse uccidere. Ora, una vittoria che
fissasse una volta per tutte la convenzione, invece di cambiarla
due volte all'anno, non sarebbe una prevaricazione, bensi' la fine di
una prevaricazione. Se per ipotesi si tenesse un referendum ...
Sarebbe ora che venisse eliminata l'ora estiva e tornassimo alla più
naturale ora solare
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Napo
Questo nelle scuole, è negli
uffici ? Mia moglie inizia a lavorare alle 7,30.
Quali uffici aprono alle 07:30 ?
Vedo che ignora che nelle scuole, soprattutto quelle superiori, da
qualche anno l'inizio delle lezioni è fissato alle 8,00 e gli ATA, i
dipendenti amministrativi, devono essere sul posto alle 7,30
Post by Roberto Deboni DMIsr
Guardi che per "uffici" si intende l'attivita' terziaria.
Non gli uffici dell'industria o commercio all'ingrosso insomma di
attivita' produttive.
Chi opera in un'attività amministrativa lavora normalmente in un ufficio
che sia industria, commercio, pubblico o privato che sia.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ma nuovamente, lei ha problemi con i numeri, supposto che siano
milioni coloro che entrano in ufficio alle 07.30, quanti milioni
hanno bisogno di alzarsi due ore prima per essere in ufficio alle 07:30 ?
Lo chieda ai pendolari che abitano nell'hinterland di Milano che vanno
in centro per lavorare, chieda come funzionano i mezzi pubblici e delle
code che si trovano in tangenziale.
Con la fame di lavoro dei nostri giorni si fanno molti sacrifici e uno è
proprio quello di essere un pendolare.
Le lascio solo un link ad un video che e abbastanza eloquente:

Noti bene l'ora che viene visualizzata all'inizio del video: le 5,00, e
come questi ce ne sono tanti altri.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Napo
Lei ha una minima idea di che cosa vorrebbe dire in consumo energetico
tenere avanti un'ora per sempre ?
Ho una idea perfettamente chiara.
Dai numeri di Terna e un minimo (ma proprio "minimo") di logica.
E lei ?
Lei hai idee che le danno altri e bisogna vedere quanto sono vere.
Un articolo che denota tutta la falsità di quanto viene scritto:
http://www.sostariffe.it/news/ora-legale-2014-ecco-perche-si-risparmia-in-bolletta-91455/
Parlano dei vantaggi dell'ora legale e poi parlano solo di installare
orpelli per risparmiare e concludono:
Informati per mettere i pannelli solari con gli incentivi

Più luce vuol dire piu energia che i pannelli solari riescono ad
immagazzinare e trasformare in energia elettrica. Il quinto Conto
Energia regola gli incentivi al fotovoltaico e le altre fonti
rinnovabili non fotovoltaiche produttrici di energia elettrica.

La luce solare non è che diventa di un'ora in più. Ridicoli!!!
doppio..massimo
2014-03-19 22:22:02 UTC
Permalink
Post by Napo
Infatti si toglie l'ora estiva che non ha nessun senso, ne economico, ne
psicologico.
Economico come giù spiegato non è rilevante. Come fanno a calcolare il
risparmio con l'ora estiva ? D'estate si dovrebbe consumare meno, ma
quel meno non può esserci perché viene abbondantemente annullato dai
condizionatori che consumano non poco e sono diventati quasi di uso comune.
eh ? se togli l'ora legale, poi usi meno il condizionatore ? intendi
questo ?

perche' se intendi qualcosa di diverso... e' maggiore il consumo dei
condizionatori piu' il consumo della luce senza ora legale, o e' maggiore
il conusmo dei condizionatori piu' il consumo della luce con l'ora
legale ?
Napo
2014-03-20 07:45:54 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Post by Napo
Infatti si toglie l'ora estiva che non ha nessun senso, ne economico, ne
psicologico.
Economico come giù spiegato non è rilevante. Come fanno a calcolare il
risparmio con l'ora estiva ? D'estate si dovrebbe consumare meno, ma
quel meno non può esserci perché viene abbondantemente annullato dai
condizionatori che consumano non poco e sono diventati quasi di uso comune.
eh ? se togli l'ora legale, poi usi meno il condizionatore ? intendi
questo ?
perche' se intendi qualcosa di diverso... e' maggiore il consumo dei
condizionatori piu' il consumo della luce senza ora legale, o e' maggiore
il conusmo dei condizionatori piu' il consumo della luce con l'ora
legale ?
No, voglio dire altro.
Ci dicono che con l'ora estiva si risparmia un tot di energia elettrica.
La mia domanda è come fanno a calcolare l'esatto risparmio se nel
periodo estivo entrano in gioco altri consumi ?
Ti faccio un esempio: In inverno ho bollette dell'energia elettrica
variabili fra i 140 - 180 euro, in estate invece sono tra i 160 - 200
euro, sono più alte.
Perché questo ? I condizionatori, che da noi sono ormai un'esigenza come
il riscaldamento in inverno.
Se questo avviene anche solo in un 50% delle famiglie il fantomatico
risparmio si azzera o addirittura c'è una spesa maggiore, tanto che i
blackout programmati sono sempre in estate.
Magari un risparmio forse perché le aziende chiudono per ferie, le
scuole sono chiuse ma sicuramente non per l'ora estiva.
Roberto Deboni DMIsr
2014-03-20 19:18:42 UTC
Permalink
Post by Napo
Post by doppio..massimo
Post by Napo
Infatti si toglie l'ora estiva che non ha nessun senso, ne economico,
ne psicologico.
Economico come giù spiegato non è rilevante. Come fanno a calcolare il
risparmio con l'ora estiva ? D'estate si dovrebbe consumare meno, ma
quel meno non può esserci perché viene abbondantemente annullato dai
condizionatori che consumano non poco e sono diventati quasi di uso comune.
eh ? se togli l'ora legale, poi usi meno il condizionatore ? intendi
questo ?
perche' se intendi qualcosa di diverso... e' maggiore il consumo dei
condizionatori piu' il consumo della luce senza ora legale, o e'
maggiore il conusmo dei condizionatori piu' il consumo della luce con
l'ora legale ?
No, voglio dire altro.
Ci dicono che con l'ora estiva si risparmia un tot di energia elettrica.
La mia domanda è come fanno a calcolare l'esatto risparmio
e' la domanda giusta. Terna (una volta ENEL) ci snocciolano le cifre ma
non spiegano come ci sono arrivati, impedendo di individuare eventuali
errori concettuali oppure i limiti della simulazione usata.
Approccio tipicamente fascista (quello che arriva dall'alto non va
messo in dubbio, ne tanto meno discusso).

In realta' l'unico argomento rimasto e' quello della "convenienza"
personale nello stabilire un riferimento UNA VOLTA PER TUTTE. Poi, una
volta bloccati gli orologi, nel tempo, ognuno potra' spostare gli
orari, in accordo con i suoi pari. Insomma, in passato, senza ora
legale e risparmio energetico, quando non c'erano i condizionatori,
era tradizione d'estate spostare gli orari dei servizi, allungando
di un ora la pausa pranzo. Almeno, trattandosi di scelte individuali,
o di gruppo ristretto, essendo volontarie, si attivano o ignoravano
a seconda della convenienza, anche stagionale (ad esempio, un anno
particolarmente freddo poteva spingere avanti la data con cui il
"padrone" stabiliva l'orario estivo per il suo negozio o attivita').
doppio..massimo
2014-03-22 21:23:53 UTC
Permalink
Post by Napo
Post by doppio..massimo
perche' se intendi qualcosa di diverso... e' maggiore il consumo dei
condizionatori piu' il consumo della luce senza ora legale, o e'
maggiore il conusmo dei condizionatori piu' il consumo della luce con
l'ora legale ?
No, voglio dire altro.
Ci dicono che con l'ora estiva si risparmia un tot di energia elettrica.
La mia domanda è come fanno a calcolare l'esatto risparmio se nel
periodo estivo entrano in gioco altri consumi ?
Le utilities (ENEL, A2A etc) sanno *esattamente* quanta potenza viene
assorbita in un dato istante e da chi.

Sono perfettamente in grado di calcolare l'impatto dei condizionatori e
l'impatto dell'illuminazione.

Che poi divulghino dati esatti o ritoccati, questo e' un altro discorso,
ma mi domando perche' dovrebbero taroccarli.
Post by Napo
Ti faccio un esempio: In inverno ho bollette dell'energia elettrica
variabili fra i 140 - 180 euro, in estate invece sono tra i 160 - 200
euro, sono più alte.
Perché questo ? I condizionatori, che da noi sono ormai un'esigenza come
il riscaldamento in inverno.
Se questo avviene anche solo in un 50% delle famiglie il fantomatico
risparmio si azzera o addirittura c'è una spesa maggiore, tanto che i
blackout programmati sono sempre in estate.
Si d'accordo. D'estate consumi di piu' perche' ci sono i condizionatori.
Se a questo consumo maggiore togli anche l'effetto Ora Legale, il consumo
sarebbe ancora piu' alto.

Se per via del condizionatore la tua bolletta aumentasse di 25€, passando
da 140 a 165, grazie all'ora legale ne risparmi 5 e va "solo" a 160
(numeri inventati per chiarire il ragionamento)

Questo ammettendo che i dati sul risparmio da ora legale siano veritieri.
Se ipotizzi che siano fasulli allora puoi sostenere qualsiasi cosa.
Roberto Deboni DMIsr
2014-03-22 23:56:22 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Post by Napo
Post by doppio..massimo
perche' se intendi qualcosa di diverso... e' maggiore il consumo dei
condizionatori piu' il consumo della luce senza ora legale, o e'
maggiore il conusmo dei condizionatori piu' il consumo della luce con
l'ora legale ?
No, voglio dire altro.
Ci dicono che con l'ora estiva si risparmia un tot di energia
elettrica. La mia domanda è come fanno a calcolare l'esatto risparmio
se nel periodo estivo entrano in gioco altri consumi ?
Le utilities (ENEL, A2A etc) sanno *esattamente* quanta potenza viene
assorbita in un dato istante e da chi.
E quindi ? Come si trasla questa conoscenza in affermazione su
... "cosa" sarebbe "se" ... ?
Post by doppio..massimo
Sono perfettamente in grado di calcolare l'impatto dei condizionatori e
l'impatto dell'illuminazione.
Che poi divulghino dati esatti o ritoccati, questo e' un altro discorso,
ma mi domando perche' dovrebbero taroccarli.
Forse perche' ormai l'argomento e' ha una forte valenza politica ?
Post by doppio..massimo
Post by Napo
Ti faccio un esempio: In inverno ho bollette dell'energia elettrica
variabili fra i 140 - 180 euro, in estate invece sono tra i 160 - 200
euro, sono più alte.
Perché questo ? I condizionatori, che da noi sono ormai un'esigenza
come il riscaldamento in inverno.
Se questo avviene anche solo in un 50% delle famiglie il fantomatico
risparmio si azzera o addirittura c'è una spesa maggiore, tanto che i
blackout programmati sono sempre in estate.
Si d'accordo. D'estate consumi di piu' perche' ci sono i condizionatori.
Se a questo consumo maggiore togli anche l'effetto Ora Legale, il
consumo sarebbe ancora piu' alto.
A meno che di non spostare gli orari di apertura dei luoghi in cui si
usano i condizionatori ?
Come si faceva nei tempi passati ... quando l'Italia era ancora una
giovane democrazia e fascisti e burocrati erano ancora troppo bastonati
per avere il coraggio di alzare la testa.

...snip...
Post by doppio..massimo
Questo ammettendo che i dati sul risparmio da ora legale siano
veritieri. Se ipotizzi che siano fasulli allora puoi sostenere qualsiasi
cosa.
Che e' appunto l'obbiettivo della manipolazione.
doppio..massimo
2014-03-23 11:53:45 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Le utilities (ENEL, A2A etc) sanno *esattamente* quanta potenza viene
assorbita in un dato istante e da chi.
E quindi ? Come si trasla questa conoscenza in affermazione su ...
"cosa" sarebbe "se" ... ?
non ho capito la domanda. Napo dice che i gli effetti sui consumi
dell'ora legale sono un punto di domanda perche' sono disturbati da
troppe variabili, io rispondo che i consumi sono noti con esattezza.
Post by doppio..massimo
Questo ammettendo che i dati sul risparmio da ora legale siano
veritieri. Se ipotizzi che siano fasulli allora puoi sostenere
qualsiasi cosa.
Che e' appunto l'obbiettivo della manipolazione.
Quale manipolazione ? a vantaggio di chi ? in che modo se ne
avvantaggerebbe ?
Napo
2014-03-23 16:47:14 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Post by doppio..massimo
Le utilities (ENEL, A2A etc) sanno *esattamente* quanta potenza viene
assorbita in un dato istante e da chi.
E quindi ? Come si trasla questa conoscenza in affermazione su ...
"cosa" sarebbe "se" ... ?
non ho capito la domanda. Napo dice che i gli effetti sui consumi
dell'ora legale sono un punto di domanda perche' sono disturbati da
troppe variabili, io rispondo che i consumi sono noti con esattezza.
Non discuto che il dato finale possa essere esatto ma dissento sul fatto
che si possa calcolare l'effettivo risparmio dato dallo spostamento di
un'ora in avanti.
L'ultimo anno senza ora estiva fu nel 1967, se non vado errato, quando
ancora la società era molto diversa da quella di oggi.
Per fare davvero un esatto calcolo del risparmio dovresti stare un anno
senza cambiare l'ora, allora si che puoi fare il confronto fra due anni.
E come se tu tutti i giorni fai 100 km con la stessa auto e alla stessa
velocità e dici a tutti che tutti i giorni risparmi 2 euro, ma rispetto
a che cosa ?
Tutti gli anni da fine marzo a fine ottobre si ripete lo stesso rito di
spostare avanti di un'ora e poi riportarla indietro.
Rispetto a che cosa si risparmia ? Rispetto l'inverno ? Direi che è un
periodo totalmente diverso da quello estivo, non si possono confrontare.
Prova a ragionare: a casa tua cosa viene regolato in base alla luce
solare ? il televisore ? Non direi ci sono programmi 24/24. I vari
elettrodomestici ? Non fa differenza che ci sia o meno il sole.
Il computer ? Nemmeno
Cosa rimangono le lampade per illuminazione, non c'è altro.
Ho fatto un calcolo a larghe spanne su quanto risparmia una famiglia
italiana con l'ora estiva: 2,20 euro all'anno ma in quella cifra devi
contare che il risparmio estivo è anche dovuto: alla chiusura delle
scuole, la chiusura per certi periodi delle aziende, molta gente se ne
va in vacanza.
Alla fine il vero risparmio per famiglia sarà circa 0,60 euro, sempre
che i dati di terna siano corretti è cioè 644 milioni di KWh.
Secondo questo grafico di terna l'ora estiva non serve a niente.
Loading Image...
Noti che a maggio c'è un aumento dei consumi per calare a giugno per i
motivi che ti ho esposto sopra. Poi aumenta a settembre, riaprono le
scuole, riprendono le attività.
Questo è quello mensile:
Loading Image...
Non è strano che più luce solare abbiamo e più aumentano i consumi che
stranamente sono più bassi a febbraio che a marzo ?
Potremmo vedere il fabbisogno elettrico nazionale ? Non funziona.
Speriamo sia funzionate, ne dubito, il 29 marzo e il 30 così possiamo
fare un confronto immediato.
http://www.terna.it/default.aspx?tabid=1024
Post by doppio..massimo
Post by doppio..massimo
Questo ammettendo che i dati sul risparmio da ora legale siano
veritieri. Se ipotizzi che siano fasulli allora puoi sostenere
qualsiasi cosa.
Che e' appunto l'obbiettivo della manipolazione.
Quale manipolazione ? a vantaggio di chi ? in che modo se ne
avvantaggerebbe ?
doppio..massimo
2014-03-24 12:39:15 UTC
Permalink
Post by Napo
Non discuto che il dato finale possa essere esatto ma dissento sul fatto
che si possa calcolare l'effettivo risparmio dato dallo spostamento di
un'ora in avanti.
L'ultimo anno senza ora estiva fu nel 1967, se non vado errato, quando
ancora la società era molto diversa da quella di oggi.
Per fare davvero un esatto calcolo del risparmio dovresti stare un anno
senza cambiare l'ora, allora si che puoi fare il confronto fra due anni.
E come se tu tutti i giorni fai 100 km con la stessa auto e alla stessa
velocità e dici a tutti che tutti i giorni risparmi 2 euro, ma rispetto
a che cosa ?
e' un buon esempio. Immagina che tutti gli inverni la tua macchina
consuma un po' piu' che nelle altre stagioni, fa 15 Km con un litro
invece di 16 Km con un litro. Puoi tranquillamente concludere che le
gomme invernali ti fanno consumare di piu'.

Se vuoi complicare un po' lo scenario, ammettiamo che d'inverno monti
anche il portapacchi. L'ENEL sa esattamente quant'e' l'incremento di
consumo del portapacchi (0,5 Km in meno al litro) e quindi puo' dire che
le gomme invernali sono la causa di quel 0,5 Km di consumo in piu'.

16 Km/l d'estate
-0,5 Km/l per il portapacchi
-0,5 Km/l per le gomme invernali
Napo
2014-03-24 14:10:25 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Post by Napo
Non discuto che il dato finale possa essere esatto ma dissento sul fatto
che si possa calcolare l'effettivo risparmio dato dallo spostamento di
un'ora in avanti.
L'ultimo anno senza ora estiva fu nel 1967, se non vado errato, quando
ancora la società era molto diversa da quella di oggi.
Per fare davvero un esatto calcolo del risparmio dovresti stare un anno
senza cambiare l'ora, allora si che puoi fare il confronto fra due anni.
E come se tu tutti i giorni fai 100 km con la stessa auto e alla stessa
velocità e dici a tutti che tutti i giorni risparmi 2 euro, ma rispetto
a che cosa ?
e' un buon esempio. Immagina che tutti gli inverni la tua macchina
consuma un po' piu' che nelle altre stagioni, fa 15 Km con un litro
invece di 16 Km con un litro. Puoi tranquillamente concludere che le
gomme invernali ti fanno consumare di piu'.
Se vuoi complicare un po' lo scenario, ammettiamo che d'inverno monti
anche il portapacchi. L'ENEL sa esattamente quant'e' l'incremento di
consumo del portapacchi (0,5 Km in meno al litro) e quindi puo' dire che
le gomme invernali sono la causa di quel 0,5 Km di consumo in piu'.
16 Km/l d'estate
-0,5 Km/l per il portapacchi
-0,5 Km/l per le gomme invernali
Non è un buon esempio!!!
Se io monto le gomme da neve o metto il portapacchi so che la causa del
consumo non possono essere che quelle due novità.
Se Terna, non ENEL che è operatore elettrico non distributore, dice in
tal giorno a tale ora c'è un consumo di 57 MWh non può scindere questi
per ogni tipologia di consumo, in mezzo ci sono le fabbriche, le
attività commerciali e altre attività, ovviamente c'è anche il consumo
privato.
Come ho già scritto in estate le attività chiudono come pure le scuole,
uffici, la gente va in ferie è ovvio che il consumo diminuisca ma non è
da attribuire all'ora estiva.
Sinuhe
2014-03-24 14:29:16 UTC
Permalink
Post by Napo
Come ho già scritto in estate le attività chiudono come pure le scuole,
uffici, la gente va in ferie [...]
ma non va in un eremo a 2000 metri o in un monastero ascetico.
doppio..massimo
2014-03-24 16:09:22 UTC
Permalink
Post by Napo
Non è un buon esempio!!!
era il tuo, a me pareva centrato.
Post by Napo
Se io monto le gomme da neve o metto il portapacchi so che la causa del
consumo non possono essere che quelle due novità.
Se Terna, non ENEL che è operatore elettrico non distributore, dice in
tal giorno a tale ora c'è un consumo di 57 MWh non può scindere questi
per ogni tipologia di consumo, in mezzo ci sono le fabbriche, le
attività commerciali e altre attività, ovviamente c'è anche il consumo
privato.
Come ho già scritto in estate le attività chiudono come pure le scuole,
uffici, la gente va in ferie è ovvio che il consumo diminuisca ma non è
da attribuire all'ora estiva.
Come ho provato a spiegarti, ENEL sa benissimo quanto consumano di
elettricita' le scuole, ed e' in grado di scorporare quel consumo dal
totale.

Alla fine della fiera si tratta di valutare i consumi a cavallo di due
ore del giorno, quelle in cui la luce viene accesa o meno a seconda della
presenza dell'ora estiva e tenere conto dei consumi stagionali (tipo i
condizionatori) che ci sarebbero comunque anche in assenza di ora estiva.

Questa e' un'operazione molto semplice, avendo i dati necessari.

L'effetto dei condizionatori poi... voglio vedere chi, ai primi di
aprile, accende il condizionatore. L'effetto dei condizionatori lo si
vede nettissimo quando inizia a fare caldo, e' facilissimo da scorporare.
Roberto Deboni DMIsr
2014-03-24 19:12:37 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Post by Napo
Non è un buon esempio!!!
era il tuo, a me pareva centrato.
Post by Napo
Se io monto le gomme da neve o metto il portapacchi so che la causa del
consumo non possono essere che quelle due novità. Se Terna, non ENEL
che è operatore elettrico non distributore, dice in tal giorno a tale
ora c'è un consumo di 57 MWh non può scindere questi per ogni tipologia
di consumo, in mezzo ci sono le fabbriche, le attività commerciali e
altre attività, ovviamente c'è anche il consumo privato.
Come ho già scritto in estate le attività chiudono come pure le scuole,
uffici, la gente va in ferie è ovvio che il consumo diminuisca ma non è
da attribuire all'ora estiva.
Come ho provato a spiegarti, ENEL sa benissimo quanto consumano di
elettricita' le scuole,
Interessante, ma ho un dubbio:

a) ENEL e' l'unico distributore di tutte le scuole di Italia ?

oppure

b) ENEL sa benissimo anche quanto consumano anche le scuole non
collegata ai suoi telegestori ?
doppio..massimo
2014-03-24 21:55:41 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by doppio..massimo
Come ho provato a spiegarti, ENEL sa benissimo quanto consumano di
elettricita' le scuole,
a) ENEL e' l'unico distributore di tutte le scuole di Italia ?
oppure
b) ENEL sa benissimo anche quanto consumano anche le scuole non
collegata ai suoi telegestori ?
non lo so e nemmeno mi interessa. Sostituisci ENEL col nome di qualsiasi
Utility fornisca elettricita' nella tua zona e che passi le sue
statistiche all'ISTAT o all'autorita' per l'energia.
Roberto Deboni DMIsr
2014-03-24 22:53:18 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by doppio..massimo
Come ho provato a spiegarti, ENEL sa benissimo quanto consumano di
elettricita' le scuole,
a) ENEL e' l'unico distributore di tutte le scuole di Italia ?
oppure
b) ENEL sa benissimo anche quanto consumano anche le scuole non
collegata ai suoi telegestori ?
non lo so e nemmeno mi interessa. Sostituisci ENEL col nome di qualsiasi
Utility fornisca elettricita' nella tua zona e che passi le sue
statistiche all'ISTAT o all'autorita' per l'energia.
Intendo che la fonte era ENEL fino al 1999. Ma da allora chi raccoglie
tutti i flussi e "sa tutto" e' Terna.
Napo
2014-03-25 10:04:17 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Post by Napo
Non è un buon esempio!!!
era il tuo, a me pareva centrato.
Post by Napo
Se io monto le gomme da neve o metto il portapacchi so che la causa del
consumo non possono essere che quelle due novità.
Se Terna, non ENEL che è operatore elettrico non distributore, dice in
tal giorno a tale ora c'è un consumo di 57 MWh non può scindere questi
per ogni tipologia di consumo, in mezzo ci sono le fabbriche, le
attività commerciali e altre attività, ovviamente c'è anche il consumo
privato.
Come ho già scritto in estate le attività chiudono come pure le scuole,
uffici, la gente va in ferie è ovvio che il consumo diminuisca ma non è
da attribuire all'ora estiva.
Come ho provato a spiegarti, ENEL sa benissimo quanto consumano di
elettricita' le scuole, ed e' in grado di scorporare quel consumo dal
totale.
L'enel non sa niente a parti i consumi singoli che li sfrutta solo per
mandare le bollette.
Chi sa dei consumi italiani è Terna che è la società che gestisce la
rete elettrica in Italia ma sa i consumi totali dell'Italia in dato
minuto, ammesso che li sappia visto che la pagina dove dovrebbe mostrare
i dati in tempo reale non funziona mai.
Post by doppio..massimo
Alla fine della fiera si tratta di valutare i consumi a cavallo di due
ore del giorno, quelle in cui la luce viene accesa o meno a seconda della
presenza dell'ora estiva e tenere conto dei consumi stagionali (tipo i
condizionatori) che ci sarebbero comunque anche in assenza di ora estiva.
Infatti i condizionatori ci sono ugualmente.
La luce solare influisce pochissimo sulla vita quotidiana, non siamo più
ai tempi dove l'agricoltura la faceva da padrona, anzi.
Secondo uno studio francese il risparmio si aggirerebbe sullo 0,1% e
con questo risultato stiamo li a scombussolare la vita della gente per
due volte all'anno.
Sempre secondo questo studio imporre l'ora estiva tutto l'anno
apporterebbe un consumo maggiore dello 0,2%.
C'era un risparmio maggiore quando l'ora estiva veniva imposta l'ultima
domenica di maggio fino alla l'ultima di settembre. Quello che risparmi
da giugno a settembre lo vanifichi in aprile, maggio e ottobre al mattino.
Post by doppio..massimo
Questa e' un'operazione molto semplice, avendo i dati necessari.
L'effetto dei condizionatori poi... voglio vedere chi, ai primi di
aprile, accende il condizionatore. L'effetto dei condizionatori lo si
vede nettissimo quando inizia a fare caldo, e' facilissimo da scorporare.
Lo vuoi capire che non è solo una variabile ad influire sui consumi ?
E se l'estate non troppo calda o il caldo inizia presto ma non in tutta
la nazione.
Un periodo nuvoloso in estate che non ti fa accendere i condizionatori
ma accendi prima l'illuminazione interna.
Pensa che l'illuminazione strada funziona con un interruttore
crepuscolare che fa accendere le luci al di sotto di una certa
luminosità, capita spesso che durante un temporale pomeridiano e quindi
con bassa luminosità solare si accendano tutte le luci della strada.
Per lo stesso motivo il tempo di accessione di queste luci è sempre
uguale con o senza ora estiva, varia solamente con il cambiare delle
stagioni.
doppio..massimo
2014-03-27 16:13:14 UTC
Permalink
Post by Napo
Lo vuoi capire che non è solo una variabile ad influire sui consumi ?
E se l'estate non troppo calda o il caldo inizia presto ma non in tutta
la nazione.
Un periodo nuvoloso in estate che non ti fa accendere i condizionatori
ma accendi prima l'illuminazione interna.
Napo, porca zozza, non te ne deve fregare nulla dei condizionatori accesi
o spenti. Se accendi la luce un'ora prima consumi 50 Watt per un'ora in
piu'. P U N T O
Roberto Deboni DMIsr
2014-03-27 21:32:14 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Lo vuoi capire che non è solo una variabile ad influire sui consumi ? E
se l'estate non troppo calda o il caldo inizia presto ma non in tutta
la nazione.
Un periodo nuvoloso in estate che non ti fa accendere i condizionatori
ma accendi prima l'illuminazione interna.
Napo, porca zozza, non te ne deve fregare nulla dei condizionatori
accesi o spenti. Se accendi la luce un'ora prima consumi 50 Watt per
un'ora in piu'. P U N T O
Oggi pero' sono 20 Watt, anzi, per chi compera da Lidl, sono 10 Watt.
Quale sara' l'impatto sulle teorie di Terna ?

Ha pronosticato nel 2013

http://www.terna.it/LinkClick.aspx?fileticket=dgKdH4FGiw4%3d&tabid=57&mid=21766

un risparmio di 543,8 milioni di kW*h = 543'800 MW*h = 543,8 GW*h

A fine anno pero' non hanno dato alcun rendiconto ? Forse il 2013 e'
l'anno in cui c'e' stata la punta della conversione da incandescenza
a CFL (fluorescente compatta ?) ed i dati erano ... sconfortanti ?

Oppure il caldo anomalo, ha mandato molto prima in funzione i
condizionatori scombussolando il modello di consumo ?

Inoltre, sarebbe interessante conoscere il risparmio, mese per mese,
perche' potrebbe far capire se conviene o meno ritornare all'ora
retrograda durante l'inverno.

Insomma, il risparmio come procede durante l'anno ?

A) Cosi' (con il massimo a meta' estate):

____________
_____________________________
________________________________________________
___________________________________________________________________

B) Cosi' (con due colmi ad inizio e fine stagione):

______ ______
_______________ ______________
______________________________________________________
___________________________________________________________________

C) Cosi' (con un minimo a meta' estate):

______ ______
_______________ ______________
_______________________________ _______________________
___________________________________________________________________


Il caso A) e' contrintuitivo: dato che a mezza estate le ore di buio
sono meno di otto ore. e quindi spostare un'ora in avanti o indietro
non dovrebbe cambiare le cose (alzarsi alle 5 o alle 6, sempre luce c'e').

Quindi il dubbio e' che sia il caso B) o il caso C)

Se la curva e' la B) allora si presume che le date di entrate/uscita
dall'orario estivo siano in corrispondenza ai minimi di inizio e
fine grafico.

Ma se la curva e' la C), allora significa che dovremo vedere un
risparmio drammatico la prima settimana, il che implica che si potrebbe
anticipare ancora l'inizio e ritardare la fine dell'orario estivo.

In California hanno sputato qualche dato:

http://www.energy.ca.gov/publications/displayOneReport.php?pubNum=P400-01-013

A pagina 3 mostrano il calo del picco di potenza nella ipotesi di ora
legale anche invernale. Drammatico = -1200.

A pagina 13 c'e' il picco di carico stagionale, senza orario estivo,
con orario estivo e con +2 ore avanti di orario estivo (Double DST).
Ebbene, osservate come tra Luglio ed Agosto, tutte e tre le tracce
combaciano, e di come la massima differenza si ha nei mesi
invernali ?

Quindi, la domanda e':

a) perche' Terna non ci da il rendiconto del 2013, se e' vero che avremo
risparmito 500 GW*h ?

b) perche' Terna non ci da' l'andamento mensile dei risparmi, tanto per
capire cosa succederebbe se anticipassimo l'orario estivo a Febbraio
e lo ritardassimo a Novembre ?

Ma cosa ancora piu' importante, perche' Terna non ci mostra le differenze
tra Nord, Centro e Sud Italia ? Ma anche tra Piemonte e Friuli Venezia
Giulia, ovvero tra Piemonte e Puglia (il cui calcagno quasi finisce in
Grecia, come dire dalla Francia alla Grecia, il tutto con un solo fuso
orario). Quindi poniamo anche una terza questione:

c) perche' Terna non ci da' il risparmio spaccato per zone d'Italia
(sud-centro-nord) e per longitudine (est-ovest) ?

Naturalmente le considerazioni valgono anche a livello europeo.
Risparmiano di piu' (percentualmente) gli italiani o i tedeschi ?
Gli svedesi o i tedeschi ? Gli inglesi o i finlandesi ?


Negli Stati Uniti hanno concluso che mentre l'Indiana non trae alcun
vantaggio, c'e' ancora speranza che in California invece qualche risparmio
per i condizionatori c'e' (e non le lampadine), ma e' controverso.

In Italia/Europa, dati li hanno, ma li tengono nascosti. Perche' ?

Per fare credere che tutti risparmiano in modo uguale ? Per coprire
sacce di interesse ? Oppure per evitare che, parzializando i valori
per area, ognuno puo' verificare di persona e scoprire che:

I) o e' tutta balla, magari con risparmi solo per gli uffici pubblici,
ma con maggiore bolletta a carico dei privati cittadini che accendono
la luce a casa loro di sera ?

II) oppure che i risparmi ci sono ... in alcune aree, ma corrispondono
pesanti perdite da un altra area, percio', anche il saldo e' pari a
quel 500 GW*h di risparmio, esso e' il risultato di, ad esempio,
meta' Italia che consuma 600 GW*h in piu' ed un'altra parte d'Italia
che risparmia 1100 GW*h. In questo caso, si ha paura di cosa direbbe
l'Italia che spende i 600 GW*h annui in piu', visto che il suo
consumo serve ad avvantaggiare sfacciatamente un altra parte d'Italia

(attenzione, qui non e' detto sia Sud verso Nord o Est verso Ovest, ho
solo fatto una ipotesi, per spiegare con un esempio di cosa potrebbe
mostrare la reticenza a mostrare i dati).

Eh, gia' c'e' poi anche da dividere per categorie.

Ad esempio, i muratori e gli operatori edili, se come conseguenza
dell'orario estivo saltasse fuori che finisce che si trovano a testa
nella boletta 50 Euro all'anno in piu', mentre chi lavora negli
uffici si trova 80 Euro all'anno in meno, e' moralmente lecito
un tale trasferimento di ricchezza ?

Ma si', non hanno fatto altro che prepararci al fotovoltaioco, dove una
perdita significativa, anche se non drammatica, da 50 a 200 Euro
all'anno a testa, serve a dare lauti guadagna a qualche multinazionale
(solo il 5% sono piccoli impianti domestici, quindi niente propaganda
"proletaria", please, anzi proletaria un corno, perche' vogli vedere
quanti proletari si possono permettere il 3 kW fotovoltaico, posto che
abbiano un tetto od un muro su cui metterlo).

Napo
2014-03-23 10:45:43 UTC
Permalink
Post by doppio..massimo
Post by Napo
Post by doppio..massimo
perche' se intendi qualcosa di diverso... e' maggiore il consumo dei
condizionatori piu' il consumo della luce senza ora legale, o e'
maggiore il conusmo dei condizionatori piu' il consumo della luce con
l'ora legale ?
No, voglio dire altro.
Ci dicono che con l'ora estiva si risparmia un tot di energia elettrica.
La mia domanda è come fanno a calcolare l'esatto risparmio se nel
periodo estivo entrano in gioco altri consumi ?
Le utilities (ENEL, A2A etc) sanno *esattamente* quanta potenza viene
assorbita in un dato istante e da chi.
Sono perfettamente in grado di calcolare l'impatto dei condizionatori e
l'impatto dell'illuminazione.
Siamo a livello di auditel: 5 mila famiglie regolano la televisione in
Italia. Basandosi su quel numero di famiglie i programmi più seguiti
sono i talk show e programmi sportivi. Mi sembra quantomai assurdo che
nessuno ami un buon film o un buon spettacolo di varietà.
C'è un motivo anche per questo i programmi cinematografici o di varietà
hanno un costo ben superiore di un talk show sia di attualità o sportivo
e quindi con la scusa del basso ascolto vengono eliminati.
Il risparmio di energia elettrica viene fatto in parte per statistica e
in parte per i consumi effettivi. Il risparmio viene però calcolato solo
nelle ore di giorno, non viene preso in considerazione quanto si consuma
di notte.
Post by doppio..massimo
Che poi divulghino dati esatti o ritoccati, questo e' un altro discorso,
ma mi domando perche' dovrebbero taroccarli.
Non lo so nemmeno io perché li taroccano.
Se c'è qualcuno che vorrebbe l'ora estiva tutto l'anno un motivo ci deve
essere e non è quello del risparmio.
Pensa all'Italia del nord, l'alba alle 8,30 e giorno fatto alle 9 in
dicembre.
Dalla prossima settimana (30 marzo) dovrò ricominciare ad accendere la
luce alle 7, cosa che attualmente non succede più.
Per ritornare ad avere la luce solare che abbiamo attualmente dovranno
passare altri 25 giorni.
Post by doppio..massimo
Post by Napo
Ti faccio un esempio: In inverno ho bollette dell'energia elettrica
variabili fra i 140 - 180 euro, in estate invece sono tra i 160 - 200
euro, sono più alte.
Perché questo ? I condizionatori, che da noi sono ormai un'esigenza come
il riscaldamento in inverno.
Se questo avviene anche solo in un 50% delle famiglie il fantomatico
risparmio si azzera o addirittura c'è una spesa maggiore, tanto che i
blackout programmati sono sempre in estate.
Si d'accordo. D'estate consumi di piu' perche' ci sono i condizionatori.
Se a questo consumo maggiore togli anche l'effetto Ora Legale, il consumo
sarebbe ancora piu' alto.
I condizionatori non li ho da tanti anni e prima la differenza fra le
bollette invernali e estive era minima e probabilmente dato dal fatto
che d'estate si sta meno davanti alla tv, si esce più spesso di casa, si
mangiano più cose che non hanno bisogno di cottura in forno tutte
attività che non cambierebbero con o senza ora estiva.
Post by doppio..massimo
Se per via del condizionatore la tua bolletta aumentasse di 25€, passando
da 140 a 165, grazie all'ora legale ne risparmi 5 e va "solo" a 160
(numeri inventati per chiarire il ragionamento)
Questo ammettendo che i dati sul risparmio da ora legale siano veritieri.
Se ipotizzi che siano fasulli allora puoi sostenere qualsiasi cosa.
Non potrai mai sapere se sono veri o falsi, le notizie che ti danno non
sono più verificate, le prendono per buone e le pubblicano e tu che sei
fruitore di queste notizie non le puoi nemmeno verificare e anche tu le
prendi per buone.
doppio..massimo
2014-03-23 11:51:01 UTC
Permalink
Post by Napo
Post by doppio..massimo
Sono perfettamente in grado di calcolare l'impatto dei condizionatori e
l'impatto dell'illuminazione.
Siamo a livello di auditel: 5 mila famiglie regolano la televisione in
Italia. Basandosi su quel numero di famiglie i programmi più seguiti
non siamo a livello auditel. L'auditel lavora su un campione ridottissimo
(che puo' essere scelto bene o anche molto male), di cui oltretutto fa
una rilevazione indiretta (sei su quel canale ma stai seguendo con
attenzione o lo tieni come sottofondo ?).

I consumi elettrici sono noti con precisione puntuale.
Post by Napo
Post by doppio..massimo
Che poi divulghino dati esatti o ritoccati, questo e' un altro
discorso, ma mi domando perche' dovrebbero taroccarli.
Non lo so nemmeno io perché li taroccano.
Veramente non sai nemmeno *se* li taroccano.
Post by Napo
Dalla prossima settimana (30 marzo) dovrò ricominciare ad accendere la
luce alle 7, cosa che attualmente non succede più.
OK, accendi la luce mezz'ora prima la mattina e la spegni un'ora prima la
sera.
Post by Napo
I condizionatori non li ho da tanti anni e prima la differenza fra le
bollette invernali e estive era minima e probabilmente dato dal fatto
che d'estate si sta meno davanti alla tv, si esce più spesso di casa, si
mangiano più cose che non hanno bisogno di cottura in forno tutte
attività che non cambierebbero con o senza ora estiva.
e sono tutti effetti che si sommano. L'ora estiva e' un'altro effetto che
si somma al totale in maniera indipendente.
GMG
2014-03-16 18:50:37 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Quest'anno, alle ore 02:00 del Sabato 29 Marzo 2014 dovete spostare in
avanti di un'ora...
snip..

continuo io il suo periodo: ...la vostra vita


Carissimo ed eminentissimo corrispondente dal nickname "Deboni"
io non ho sinceramente voglia di argomentare e/o dimostrare
la mia tesi se non con l'evidente motivo dei ritmi delle stagioni
ma Le posso assicurare con assoluta certezza ed assoluta verità
che:

L'ORA LEGALE O ESTIVA E' UNA CAGATA PAZZESCA (cit.)

saluti e baci.

GMG


PS: chieda scusa a Sinuhe per le sue intemperanze
nei di lui confronti

ciao

GMG































































































































spoiler



forse anche peggio di questo.

Il fatto che si possa vivere benissimo con o senza o
facendo per sempre l'una o l'altra ora, come lei stesso
dice di fare, dimostra quello che dico.

Cosa usare come ora di riferimento?
Quella più vicina ai ritmi solari delle stagioni.

Perché? E' ovvio, viviamo sulla Terra grazie al Sole.

Ha senso cambiare ora durante l'anno? Assolutamente no,
mai ed in nessun caso.

Perché allora usiamo l'ora estiva?
Perché viviamo in un modo marcio che non capisce
nulla ma pensa di sapere tutto.
Sinuhe
2014-03-16 20:18:32 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Roberto Deboni DMIsr
Quest'anno, alle ore 02:00 del Sabato 29 Marzo 2014 dovete spostare in
avanti di un'ora...
snip..
L'ORA LEGALE O ESTIVA E' UNA CAGATA PAZZESCA (cit.)
PS: chieda scusa a Sinuhe per le sue intemperanze
nei di lui confronti
?
GMG
2014-03-16 21:35:16 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Roberto Deboni DMIsr
Quest'anno, alle ore 02:00 del Sabato 29 Marzo 2014 dovete spostare in
avanti di un'ora...
snip..
L'ORA LEGALE O ESTIVA E' UNA CAGATA PAZZESCA (cit.)
PS: chieda scusa a Sinuhe per le sue intemperanze
nei di lui confronti
?
?

la "maletta"

della quotatura...

Il nickname Deboni ha spesso queste
prese di posizione sulla qualità
delle quotature degli altri...

E' un verso "sapientone" in merito
anzi direi un grande "maestrone"...
(Ehm forse volevo dire "minestrone")

ciao

GMG

PS: "malet" o "maletto" in romagnolo è il
borsello porta monete (come penso sia in Spagnolo)
"maletta" è la "borsa" porta testicoli...
..."t'si 'na maleta" (sei una "maletta")
più o meno significa: "sei uno scocciatore"...
"a'c maletta" (che maletta) significa "che borsa!"


ciao

GMG
Sinuhe
2014-03-16 23:16:01 UTC
Permalink
Post by GMG
?
la "maletta"
della quotatura...
Il nickname Deboni ha spesso queste
prese di posizione sulla qualità
delle quotature degli altri...
E' un verso "sapientone" in merito
anzi direi un grande "maestrone"...
(Ehm forse volevo dire "minestrone")
ciao
GMG
PS: "malet" o "maletto" in romagnolo è il
borsello porta monete (come penso sia in Spagnolo)
"maletta" è la "borsa" porta testicoli...
..."t'si 'na maleta" (sei una "maletta")
più o meno significa: "sei uno scocciatore"...
"a'c maletta" (che maletta) significa "che borsa!"
ho lavorato a RA e provincia un paio d'anni (30 anni fa) ma "maletta" non
l'avevo mai sentito.
Ricordo ancora con ilarità "tabacc e tabachin" o "girare col motore" , i
"blac che non si masano" e altre amenità da sottotitoli...
Roberto Deboni DMIsr
2014-03-17 19:23:49 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Roberto Deboni DMIsr
Quest'anno, alle ore 02:00 del Sabato 29 Marzo 2014 dovete spostare in
avanti di un'ora...
snip..
continuo io il suo periodo: ...la vostra vita
Carissimo ed eminentissimo corrispondente dal nickname "Deboni" io non
ho sinceramente voglia di argomentare e/o dimostrare la mia tesi
... che sarebbe ? (quale e' la sua tesi ?)
Post by Roberto Deboni DMIsr
se non
con l'evidente motivo dei ritmi delle stagioni
... intende il "ritmo" delle stagioni ?

(non vuole essere una pignoleria grammaticale, ma una precisazione
semantica, dato il diverso significato)
Post by Roberto Deboni DMIsr
ma Le posso assicurare
L'ORA LEGALE O ESTIVA E' UNA CAGATA PAZZESCA (cit.)
Non sono in grado di appoggiarla o contestarla non avendo capito quale e'
la sua tesi.

...snip...
Post by Roberto Deboni DMIsr
Il fatto che si possa vivere benissimo con o senza o facendo per sempre
l'una o l'altra ora, come lei stesso dice di fare, dimostra quello che
dico.
Cosa usare come ora di riferimento?
Quella più vicina ai ritmi solari delle stagioni.
Definisca "ritmi" perche' ho l'impressione che intendiamo cose diverse
e non ho idea di cosa sono i "ritmi solari".
Post by Roberto Deboni DMIsr
Perché? E' ovvio, viviamo sulla Terra grazie al Sole.
Ha senso cambiare ora durante l'anno? Assolutamente no, mai ed in nessun
caso.
Siamo d'accordo.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Perché allora usiamo l'ora estiva?
Perché viviamo in un modo marcio che non capisce nulla ma pensa di
sapere tutto.
Per convenienza reciproca si possono stipulare o concordare tacitamente
delle convenzioni, come quella di stabilire un riferimento unico per l'ora.

Si immagini altrimenti a come mettersi d'accordo su:

- appuntamenti
- orario di lavoro
- orari del silenzio (di non disturbo)
- orari per innaffiare (per non bagnare la roba stesa)
... etc.

Una volta, peraltro il problema era limitato alla vita nel paesino e
quindi bastava il battito periodico della campana delle Chiesa.
Ed i viaggi di chi veniva da altrove erano cosi' lunghi (nel tempo) e
pieni di imprevisti, che il fissare un riferimento esatto per l'arrivo
non aveva molto senso.

Ma oggi, con l'alto livello di connessione anche tra distanza
notevoli, e tante attivita' che si possono effettuare senza incontrasi
di persona, una "campana" che batte l'ora non basta piu'.

Percio' abbiamo stabilito una convenzione mondiale, con riferimento
all'ora in un luogo preciso, a partire da tanto tempo fa (Greenwich).
E poi si e' diviso il globo in fasce (fusi) orari, sfalsate di un numero
intero (o di "mezza frazione" ? c'e' un caso ?) rispetto a tale riferimento.

Trattandosi di una convenzione che si ripercuote a cascata su un miriade
di interessi personali, essa, per tanto tempo e' stata cambiata con cautela,
in genere a seguito di rivolgimenti politici importanti (guerre,
rivoluzioni, prese di potere, etc.).

La novita' demenziale se non fosse studiata ad arte come una subdola
cartina di tornasole della docilita' dell'elettorato e' quella di imporre
questo cambio della convenzione per ben due volte all'anno, con notevoli
riflessi sulla vita di tutti i cittadini (come logico trattandosi di una
convenzione che coinvolge tutti).

Il fatto che per "proteggere" questa convenzione della "riconvenzione
due volte all'anno" si ricorre ai sotterfugi, a pleateali menzogne ed
a nascondere dati importanti (come la mortalita' post-cambio convenzione
periodica) la dice lunga sulla onesta' dei propositi di chi nelle
commissioni europee continua a mantenere in piedi l'imposizione.
GMG
2014-03-18 08:56:40 UTC
Permalink
Il 17/03/2014 20.23, Roberto Deboni DMIsr ha scritto:

CUt
Post by Roberto Deboni DMIsr
... che sarebbe ? (quale e' la sua tesi ?)
CUt

Le giuro che avevo capito il contrario,
allora io e lei abbiamo la stessa idea!

L'ORA LEGALE O ESTIVA E' UNA CAGATA PAZZESCA (cit.)




nota a parte:

Il discorso dei "ritmi" delle stagioni che
lei -forse un po' ostinatamente- non riesce
a capire, è semplicemente la non-convenzione
della quantità di illuminazione ad una data
latitudine nelle diverse stagioni (ho scritto latitudine).

Quello che lei chiama "convenzione", secondo me
in modo un po' pomposo (tipico degli anglosassoni),
più che una vera e propria "convenzione" è
un adattamento del problema di risolvere
l'andamento dell'illuminazione rispetto alla
longitudine (ho scritto longitudine).

Se fosse una mera "convenzione" nel senso stretto
del termine potrebbe prescindere dalla illuminazione,
invece no... ci ha mai fatto caso?

Ergo è una "mini-convenzione" o meglio
"auto-convenzione" e non già una convenzione
(umana) in senso assoluto (cioè esclusivamente umano)
ma è a sua volta "convenzionata" o meglio
"condizionata" dalla illuminazione.

Do per scontato che il concetto di "illuminazione
e le sue conseguenze con la vita terrestre le siano ben note.

Ad ogni modo ci sono anche altre evidenze che
dimostrano che proprio una "convenzione" non sia
una delle quali è il ritmo del sonno degli umani
una l'altra è il ritmo della fotosintesi delle piante
eccetera...

Per cui la Sua "convenzione" altro non è che un
ottimo adattamento o "compromesso" per assimilare
il più possibile questi fattori e cioè
i "ritmi delle stagioni", il periodo di illuminazione
e la sua suddivisione longitudinale,
però nel rispetto, per quanto possibile , del ritmo del sonno
e di quello della fotosintesi, tutti ritmi extra "convenzione".

Orbene il voler variare questa "convenzione" due volte all'anno
forzando i "ritmi" suddetti è senza dubbio una cagata pazzesca.
Secondo la mia modestissima opinione la variazione di
orario invernale/estivo/invernale che avviene tutti gli anni
da un bel po' di tempo a questa parte è uno dei simboli
principali della arroganza "scientifica" della nostra
generazione e del conseguente marciume culturale e sociale.
(pensi che la "scienza" economica, per esempio, è talmente
presuntuosa che pensa di potere fare a meno della politica
e della socialità...! c'è poi la "scienza" biologica
che pensa di poter fare a meno della sessualità e ci
sono anche delle "scienze" 'filosofiche' che pensano di
potere fare a meno dell'uomo)


saluti

GMG
DeepThought
2014-03-17 10:32:35 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
In ogni caso, quest'anno l'esperienza di fare l'inverso di "mantenere
l'orario invernale, ovvero le lancette all'orario che avete oggi" ed
invece addottare permanentemente per tutto l'anno l'orario estivo (per
quale motivo gli italioti continuano a chiamarlo in modo mistificatorio
quel "legale" rimarca l'esperimento psicologico di massa: fatte qualcosa
perche' vi e' stato ordinato, anche contro ogni buonsenso).
E' il concetto di "convenzione". E' valido solo se condiviso.. un
concetto complicato, lo ammetto.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Dunque, scrivevo che l'esperienza e' stato estremamente positiva.
Per cominciare non sono mai arrivato in ritardo, non ho mai mancato un
appuntamento, inconveniente che mi era successo quando ho provato
l'esperienza opposta: orario invernale permanente per tutto l'anno.
Tradotto: se mi preparo alle cose un'ora prima, vado benissimo.. se le
preparo un'ora dopo sono sempre in ritardo... mi sconcerta il fatto che
ci voglia un esperimento per arrivarci. E termino qui le riflessioni
perchè il proseguire sarebbe ben piiu' banale..
Post by Roberto Deboni DMIsr
Il vantaggio piu' ovvio e' che non dovete pasticciare con i vostri
orologi. L'unico oggetto che vi fara' penare e' il vostro PC se avete
Windows: ma considerando che e' l'unica cosa che dovrete manipolare,
il vantaggio e' indiscusso.
Si potrebbe dire che esistano sistemi antipirateria di alcuni software
che controllano la sincronizzazione dell'orario via internet, affinchè
qualcuno non porti indietro la data che si incazzano come picchi.. ma va
bè..
Post by Roberto Deboni DMIsr
Un vantaggio piu' impalbabile, che forse sfuggira' a chi fa come me,
e' che non subirete lo stressante passaggio, con l'ora di sonno in meno.
Semplicemente vi trovate improvvisamente che tutti tornano ad alzarsi
a quando voi vi siete manentuti per tutto l'anno. Al massimo avrete un
po' di rimpianto per quello ora in piu' al mattino, dedicato magari ad
un po' di cultura o di lettura rilassante, prima di andare al lavoro.
Ma certamente nulla di pericoloso per la salute.
E' per questo che il passaggio avviene di domenica : Una parte della
popolazione non lavora. Un'ora di jet-lag si recupera in un solo
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ovvero, si tratta che, seguendo le stagioni gradualmente, ci abituiamo
gradualmente al variare della luce ogni giorno. Se improvvisamente ci
troviamo nuovamente al buio, pare che sia necessario un riadattamento
che dura circa 3 giorni. Ed in quei giorni, a pagare lo scotto piu'
grave degli "impatti", sono i pedoni, che muoiono, letteralmente non
visti.
I 3 giorni servono per il generale aumento di "luce" sul buio che passa
tra estate e inverno, semmai. Ma è una transizione molto piu' lenta
dell'ora che passa tra "solare" e "legale"
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ed e' quella di precederla quando ... non c'e' pericolo, cosi' da vedere
meglio il terreno in cui ci si sta avventurando. Ma abbandonarla, quando
la rupe si avvicina, volgendo le spalle al suicidio di massa.
Con tutto il rispetto per le persone, trovo che avere come soluzione
l'allontanamento dalla convenzione per eccellenza (perchè l'orario E'
una convenzione e funziona solo se per tutti è una convenzione ) , in
cambio di una convInzione.. lascia il tempo che trova ( sono stato molto
edulcorato nel giudizio ).
Oppure non si ha nessuno cui dare un appuntamento.. in una vita
totalmente solitaria, o eremitica avrebbe un senso..
Roberto Deboni DMIsr
2014-03-17 17:35:24 UTC
Permalink
Post by DeepThought
Post by Roberto Deboni DMIsr
In ogni caso, quest'anno l'esperienza di fare l'inverso di "mantenere
l'orario invernale, ovvero le lancette all'orario che avete oggi" ed
invece addottare permanentemente per tutto l'anno l'orario estivo (per
quale motivo gli italioti continuano a chiamarlo in modo mistificatorio
quel "legale" rimarca l'esperimento psicologico di massa: fatte
qualcosa perche' vi e' stato ordinato, anche contro ogni buonsenso).
E' il concetto di "convenzione". E' valido solo se condiviso.. un
concetto complicato, lo ammetto.
E vediamolo, ma dal dizionario, NON dalla propaganda di stampo fascista
(o NON da altro colore politico autoritario, qui si assomigliano tutti):

"convenzione" = accordo raggiunto tra due o piu' persone (o enti o stati)
mediante il quale ciascuna delle parti si obbliga a
mantenere i reciproci impegni

"convenzione" = scelta *comunemente* accettata di particolari criteri, con
riguardo ai >vantaggi pratici< che ne derivano

"convenzione" = formula accettata e >passivamente< seguita dalla
maggioranza

Ho il sospetto che la sua definizione di "convenzione" (frutto di un
indubbio lavaggio del cervello dovuto alla propaganda nazionale/europea)
e' qualcosa di simile a quello di "fede" che quando chiedevo da piccolino,
"Ma cosa e' ?" mi veniva sibillamente risposto "Se c'e' l'hai, lo sai."

Il concetto e' indubbiamente complicato, ma non sono sicuro che lei
ne sia veramente conscio.
Post by DeepThought
Post by Roberto Deboni DMIsr
Dunque, scrivevo che l'esperienza e' stato estremamente positiva. Per
cominciare non sono mai arrivato in ritardo, non ho mai mancato un
appuntamento, inconveniente che mi era successo quando ho provato
l'esperienza opposta: orario invernale permanente per tutto l'anno.
Tradotto: se mi preparo alle cose un'ora prima, vado benissimo.. se le
preparo un'ora dopo sono sempre in ritardo... mi sconcerta il fatto che
ci voglia un esperimento per arrivarci. E termino qui le riflessioni
perchè il proseguire sarebbe ben piiu' banale..
Uno di quelli che nella sua vita non e' mai caduto sulle ovvieta' ?
Insomma abbiamo il piacere di interloquire con un "Monk" ?
Le confido un segreto: la differenza tra "teoria" ed "esperienza" sta
proprio negli errori fattuali che diventano evidenti durante
l'"esperienza".
Post by DeepThought
Post by Roberto Deboni DMIsr
Il vantaggio piu' ovvio e' che non dovete pasticciare con i vostri
orologi. L'unico oggetto che vi fara' penare e' il vostro PC se avete
Windows: ma considerando che e' l'unica cosa che dovrete manipolare, il
vantaggio e' indiscusso.
Si potrebbe dire che esistano sistemi antipirateria di alcuni software
che controllano la sincronizzazione dell'orario via internet, affinchè
qualcuno non porti indietro la data che si incazzano come picchi.. ma va
bè..
Interessante. Suppongo che tali software impongano una connessione
internet attiva per potere funzionare (altrimenti, da dove lo pigliano
il riferimento ?). Ma forse il suo PC ha incorporato un ricevitore
radio che legge l'orologio del Ferraris.
Post by DeepThought
Post by Roberto Deboni DMIsr
Un vantaggio piu' impalbabile, che forse sfuggira' a chi fa come me, e'
che non subirete lo stressante passaggio, con l'ora di sonno in meno.
Semplicemente vi trovate improvvisamente che tutti tornano ad alzarsi a
quando voi vi siete manentuti per tutto l'anno. Al massimo avrete un
po' di rimpianto per quello ora in piu' al mattino, dedicato magari ad
un po' di cultura o di lettura rilassante, prima di andare al lavoro.
Ma certamente nulla di pericoloso per la salute.
E' per questo che il passaggio avviene di domenica : Una parte della
popolazione non lavora. Un'ora di jet-lag si recupera in un solo
"solo" ... ?
Post by DeepThought
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ovvero, si tratta che, seguendo le stagioni gradualmente, ci abituiamo
gradualmente al variare della luce ogni giorno. Se improvvisamente ci
troviamo nuovamente al buio, pare che sia necessario un riadattamento
che dura circa 3 giorni. Ed in quei giorni, a pagare lo scotto piu'
grave degli "impatti", sono i pedoni, che muoiono, letteralmente non
visti.
I 3 giorni servono per il generale aumento di "luce" sul buio che passa
tra estate e inverno, semmai. Ma è una transizione molto piu' lenta
dell'ora che passa tra "solare" e "legale"
Un altro che nega l'evidenza ?
Spesso lamento della segretezza che in Italia il governo tiene intorno
ai dati dell'inquinamento delle centrali termoelettrica. Ebbene, c'e' anche
un altro dato tenuto nascosto dai ministeri competenti: l'andamento della
mortalita' statistica degli incidenti (in ogni settore) nei tre giorni
OGNI anno, subito dopo l'avanzamento di un'ora degli orologi.
E l'evidente negazione del grave (si tratta di MORTI!) problema e' di per
se prova sufficiente che c'e' una questione ideologica alla sua base.
Non si *uccide* cosi' tanta gente per una stupidaggine (... ma forse si ?).
Post by DeepThought
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ed e' quella di precederla quando ... non c'e' pericolo, cosi' da
vedere meglio il terreno in cui ci si sta avventurando. Ma
abbandonarla, quando la rupe si avvicina, volgendo le spalle al
suicidio di massa.
Con tutto il rispetto per le persone, trovo che avere come soluzione
l'allontanamento dalla convenzione per eccellenza (perchè l'orario E'
una convenzione e funziona solo se per tutti è una convenzione )
La sua definizione di "convenzione" va ben oltre a cio' che significa
"convenzione". Ponderi sulle motivazione che stanno dietro alla sua
scelta della parola "eccellenza".
In realta' la rispetto la "convenzione", i miei orologi sono tutti
sincronizzati con un costante divario rispetto al riferimento di
Greenwich (GMT).

Non ho mai contestato l'utilita' di un riferimento comune per gli orologi,
ne ho mai contestato l'utilita' dei fusi orari. Contesto invece la
stupidita' (e la malvagia prepotenza della massa nel volerlo imporre anche
alle persone "meno" conformiste) di cambiare questo riferimento DUE VOLTE
ogni anno. Di fronte alla mancanza di sufficienti (e gravi, visto che c'e'
in gioco la vita umana) ragioni, una convenzione del genere non esiste
perche' palesemente stupida, mancando:

"... di >vantaggi pratici< derivanti ..."

sufficienti da essere accettati volontariamente (e non >passivamente<)
dalla collettivita'.

Le ripercussioni del "CAMBIAMENTO DUE VOLTE ALL'ANNO DELLA CONVENZIONE"
(vediamo se "urlando" entra in zucca a tutti cosa si contesta) sono
talmente gravi e permeanti la societa', che il modo corretto di introdurlo
sarebbe stato:
- un paio di anni di prova e poi
- un referendum confermativo

Come infatti hanno fatto qui:

https://en.wikipedia.org/wiki/Queensland_daylight_saving_referendum,_1992

Ed e' interessante osservare, che al di fuori del chiasso delle piazze,
nella calma ponderata del silenzio delle cabine elettorali, la scelta
individuali ha prevalso per il no.

Interessante e' anche osservare che i maggiori "no" provengono dalle
campagne ed i "si" dalle aree metropolitane.

A proposito, la storiella che l'ora legale (nel senso di variazione due
volte all'anno della convenzione) sarebbe stata proposta da Beniamino
Franklin (uno dei padri fondatori degli Stati Uniti) e' semplicemente
falsa. Franklin aveva semplicemente suggerito ai latini (parigini) di
alzarsi presto al mattino (senza commentare sul perche' andassero a
dormire molto tardi) per risparmiare sul consumo delle candele (un bene
prezioso al tempo). Considerate che, come uomo delle colonie, B.F. era
un uomo della campagna e quindi non gradiva gli sprechi del modo di
vivere dei "cittadini". La sua satira proponeva di tassare l'uso delle
persione, razionare le candele e svegliare la popolazione al mattino con
l'uso massiccio delle campagne e di salve di cannone. Convengo che il
passo logico successivo poteva anche essere l'introduzione dell'ora
legale, ma sono certo che a B.F. sarebbero venuto i brividi a leggere
dell'ora legale (e si stara' rivoltando nella tomba ad udire di una
sua presunta paternita').
Post by DeepThought
, in
cambio di una convInzione.. lascia il tempo che trova ( sono stato molto
edulcorato nel giudizio ).
Perche' per lei si tratta di una fede, che travalica qualsiasi praticita'
o convenienza. Le "convenzioni" esuariscono la loro validita' (trattandosi
di un "accordo" reciproco) nel momento in cui sono causa di maggiori danni
che benefici. Ma ci vuole un in intelligenza "aperta" per capirlo.
Post by DeepThought
Oppure non si ha nessuno cui dare un appuntamento.. in una vita
totalmente solitaria, o eremitica avrebbe un senso..
Cosa non ha capito di: "non ho perso un appuntamento" ?
In quanto all'eremita, quanti partecipano ogni mese a svariate commissioni,
riunioni e convegni ? Lei e' uno di quelli che, pur di avere ragione, si
inventa a disegnare una immagine falsificante del suo interlocutore ?
Roberto Deboni DMIsr
2014-03-17 17:43:45 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
vivere dei "cittadini". La sua satira proponeva di tassare l'uso delle
persione, razionare le candele e svegliare la popolazione al mattino con
ovviamente "persiane" e non "persione".
DeepThought
2014-03-18 07:50:18 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
E vediamolo, ma dal dizionario, NON dalla propaganda di stampo fascista
"convenzione" = accordo raggiunto tra due o piu' persone (o enti o stati)
mediante il quale ciascuna delle parti si obbliga a
mantenere i reciproci impegni
"convenzione" = scelta *comunemente* accettata di particolari criteri, con
riguardo ai >vantaggi pratici< che ne derivano
"convenzione" = formula accettata e >passivamente< seguita dalla
maggioranza
Ho il sospetto che la sua definizione di "convenzione" (frutto di un
indubbio lavaggio del cervello dovuto alla propaganda nazionale/europea)
e' qualcosa di simile a quello di "fede" che quando chiedevo da piccolino,
"Ma cosa e' ?" mi veniva sibillamente risposto "Se c'e' l'hai, lo sai."
Non parli di cose che evidentemente non conosce. Per sapere qualcosa in
piu' sulla "Fede" ( che non è affatto acritica ) legga pure S.Agostino .
Un consiglio da laico ( e ateo ) .
Post by Roberto Deboni DMIsr
Uno di quelli che nella sua vita non e' mai caduto sulle ovvieta' ?
Insomma abbiamo il piacere di interloquire con un "Monk" ?
Le confido un segreto: la differenza tra "teoria" ed "esperienza" sta
proprio negli errori fattuali che diventano evidenti durante
l'"esperienza".
Credo di avere una vita troppo corta per perdere tempo a verificare
tutto cio' che è assiomatico. Soprattutto temerei di insultare ben piu'
della sola mia intelligenza dovendo dirle cosa c'è di sbagliato in certi
teoremi..
Post by Roberto Deboni DMIsr
Interessante. Suppongo che tali software impongano una connessione
internet attiva per potere funzionare (altrimenti, da dove lo pigliano
il riferimento ?). Ma forse il suo PC ha incorporato un ricevitore
radio che legge l'orologio del Ferraris.
Ci sono soluzioni ben piu' semplici : si verifica quando uno statement
"cambia" l'orario ... oppure si puo' fare un controllo di tanto in tanto
basandosi su altre metriche interne. I modi ci sono, come naturalmente
c'è il modo di eluderli. Questo vale per tutto. Ma a quanto sembra lei
crede di sapere tutto di tutto. .
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by DeepThought
E' per questo che il passaggio avviene di domenica : Una parte della
popolazione non lavora. Un'ora di jet-lag si recupera in un solo
"solo" ... ?
[..] in un solo giorno.. pardon
Post by Roberto Deboni DMIsr
Un altro che nega l'evidenza ?
Spesso lamento della segretezza che in Italia il governo tiene intorno
ai dati dell'inquinamento delle centrali termoelettrica. Ebbene, c'e' anche
un altro dato tenuto nascosto dai ministeri competenti: l'andamento della
mortalita' statistica degli incidenti (in ogni settore) nei tre giorni
OGNI anno, subito dopo l'avanzamento di un'ora degli orologi.
E l'evidente negazione del grave (si tratta di MORTI!) problema e' di per
se prova sufficiente che c'e' una questione ideologica alla sua base.
Non si *uccide* cosi' tanta gente per una stupidaggine (... ma forse si ?).
Ceerto.. l'ideologia dell'ora solare.. c'è un esercito pieno di
idealisti pronti a morire per l'importanza del cambio d'ora.. DeBoni, io
cerco di non insultare la SUa intelligenza : se lo fa lei stesso pero'
posso farci poco
Post by Roberto Deboni DMIsr
Non ho mai contestato l'utilita' di un riferimento comune per gli orologi,
ne ho mai contestato l'utilita' dei fusi orari.
Io non le ho chiesto nè quando è nata questa abitudine nè ho mai detto
di essere simpatizzante per un doppio cambio d'ora all'anno.
Semplicemente ho ritenuto che il vivere un ora prima rispetto agli altri
ha evidenti controindicazioni. IL resto della sua pappardella è un mero
tentativo di sfoggio di erudizione ( non certo cultura ) non richiesto,
inutile e fastidioso.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by DeepThought
, in
cambio di una convInzione.. lascia il tempo che trova ( sono stato molto
edulcorato nel giudizio ).
Perche' per lei si tratta di una fede, che travalica qualsiasi praticita'
o convenienza. Le "convenzioni" esuariscono la loro validita' (trattandosi
di un "accordo" reciproco) nel momento in cui sono causa di maggiori danni
che benefici. Ma ci vuole un in intelligenza "aperta" per capirlo.
Post by DeepThought
Oppure non si ha nessuno cui dare un appuntamento.. in una vita
totalmente solitaria, o eremitica avrebbe un senso..
Cosa non ha capito di: "non ho perso un appuntamento" ?
In quanto all'eremita, quanti partecipano ogni mese a svariate commissioni,
riunioni e convegni ? Lei e' uno di quelli che, pur di avere ragione, si
inventa a disegnare una immagine falsificante del suo interlocutore ?
Fino ad ora mi sono preso dello "stupido" , del "religigioso" e del
"falsificante" . Se lo ricordi la prossima volta che sputa sentenze su
chi si permette di insultare le opinioni altrui..
Roberto Deboni DMIsr
2014-03-19 02:01:47 UTC
Permalink
On Tue, 18 Mar 2014 08:50:18 +0100, DeepThought wrote:

...snip...
Post by DeepThought
Cosa non ha capito di: "non ho perso un appuntamento" ? In quanto
all'eremita, quanti partecipano ogni mese a svariate commissioni,
riunioni e convegni ? Lei e' uno di quelli che, pur di avere ragione,
si inventa a disegnare una immagine falsificante del suo interlocutore
?
Fino ad ora mi sono preso dello "stupido" , del "religigioso" e del
"falsificante" . Se lo ricordi la prossima volta che sputa sentenze su
chi si permette di insultare le opinioni altrui..
Ha cambiato ancora una volta nick ? La smetta!
DeepThought
2014-03-19 09:41:26 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ha cambiato ancora una volta nick ? La smetta!
Degna risposta: quando si smontano gli argomenti il Deboni diventa
estremamente sintetico.. e diventa quell'italiano che tanto bistratta.
Roberto Deboni DMIsr
2014-03-19 18:51:19 UTC
Permalink
Post by DeepThought
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ha cambiato ancora una volta nick ? La smetta!
Degna risposta: quando si smontano gli argomenti il Deboni diventa
estremamente sintetico.. e diventa quell'italiano che tanto bistratta.
Tanto per essere chiari, la "smetta" non era riferito al cambiare il
nick, ma alla cronica petulanza.
Sinuhe
2014-03-19 20:33:32 UTC
Permalink
Post by DeepThought
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ha cambiato ancora una volta nick ? La smetta!
Degna risposta: quando si smontano gli argomenti il Deboni diventa
estremamente sintetico.. e diventa quell'italiano che tanto bistratta.
rdb parla di cronica petulanza, ma vedo solo 3 post tuoi... me ne mancano?
DeepThought
2014-03-21 07:34:04 UTC
Permalink
Post by Sinuhe
rdb parla di cronica petulanza, ma vedo solo 3 post tuoi... me ne mancano?
Forse pochi di piu'. Non sono un gran poster.. TEmpo fa ho avuto altri
nick, ma sempre uno alla volta per un certo periodo. Semplice gusto sui
nomi.. tant'è che i miei dati sulla connessione sono sempre gli stessi.
DeepThought
2014-03-21 09:19:02 UTC
Permalink
Post by Sinuhe
Post by DeepThought
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ha cambiato ancora una volta nick ? La smetta!
Degna risposta: quando si smontano gli argomenti il Deboni diventa
estremamente sintetico.. e diventa quell'italiano che tanto bistratta.
rdb parla di cronica petulanza, ma vedo solo 3 post tuoi... me ne mancano?
Per quanto riguarda la "cronica petulanza", scusa me ne ero
dimenticato.. detto da rdb dovrebbe preoccuparmi.. ma non credo, del
resto, giudicate voi: A me non interessa (almeno non detto da qualcuno
che si comporta in un certo modo) e la mia opinione sul personaggio l'ho
già espressa.
Continua a leggere su narkive:
Loading...